Lazio-Sassuolo 3-2. Vittoria sofferta e contestazioni a Lotito, notte fonda per Malesani

Posticipo incandescente all’Olimpico, atmosfera riscaldata soprattutto dai cori e dalle manifestazioni dei tifosi biancocelesti avverso la società, bersaglio preferito il patron Lotito, dai più viene richiesto il suo abbandono. In un clima del genere i neroverdi del Sassuolo provano a mettere in difficoltà gli uomini di Reja, a togliere le castagne dal fuoco ci pensa una sassata di Radu al 36′ che manda al riposo la Lazio sul minimo vantaggio.
Nella ripresa il ritmo è sempre blando, con il Sassuolo che pressa maggiormente, è cos√¨ che arriva il goal dell’ex con Floccari al 72′. Il finale è una girandola di emozioni, con Klose che riporta nuovamente i biancocelesti in vantaggio. Ma gli emiliani sono ben disposti e non si arrendono, il 2-2 arriva direttamente su punizione, conla parabola di Floro Flores che beffa Berisha. Un punto prezioso soprattutto per il morale della squadra di Malesani, ma all’83’ è Cannavaro a deviare quel tanto che basta una palla tesa di Radu, che beffa la retroguardia neroverde. La Lazio conquista la vittoria tra le polemiche dei tifosi, mentre i neroverdi registrano la decima sconfitta nelle ultime undici giornate. Per Reja ennesimo buon risultato, per Malesani è notte fonda.