L’Agropoli in trasferta a Foggia per tentare l’impresa

Dopo essersi aggiudicata per 2-1 il derby campano contro il Sorrento, l’Agropoli è chiamata al difficile impegno sul campo del Foggia. Per i “delfini” si tratterà di una partita storica dato che le due squadre non si sono mai incontrate nel corso della loro storia. Dopo essere ripartita dalla Serie D con alla guida l’ex calciatore di Roma e Inter, Amantino Mancini, la squadra rossonera ha perso la prima gara di campionato per 1-0 in casa del Fasano, dopodich√© l’allenatore brasiliano ha deciso di dare le dimissioni per diversità di vedute con la società. Al posto di Mancini, sulla panchina dei pugliesi siederà il direttore generale Ninni Corda.

La gara di domenica si prospetta molto interessante in quanto entrambe le squadre sono indietro di preparazione anche se per motivi differenti e, nonostante la superiorità sulla carta del Foggia, l’Agropoli ha dimostrato di potersela giocare contro qualunque squadra del girone più complesso della Serie D. L’Agropoli di mister Ferazzoli si è allenata duramente nel corso della settimana, presente anche il neo acquisto Atanas Kurdov, ma quest’ultimo non sarà ancora disponibile per la gara di domenica per questioni burocratiche. Mister Ferazzoli ha più volte sottolineato di non avere un modulo preciso di gioco, predilige solitamente il 4-3-3 ma tende a modificarlo durante il corso della gara cercando di sfruttare al meglio alcuni suoi calciatori come Camara, Danpha e Agate che domenica scorsa si sono rivelati letali per il Sorrento. Per quanto riguarda il Foggia è chiaro che la squadra è ancora ben lontana dal poter lottare ai vertici della classifica (causa il ritardo nella preparazione), tuttavia alcuni calciatori sono capaci di colpire l’avversario in qualunque momento, soprattutto l’ex Latina e Bari Iadaresta, attaccante che non ha bisogno di presentazioni.

La gara Foggia-Agropoli si giocherà allo stadio “Pino Zaccheria” domenica 8 Settembre alle ore 15. A dirigere la gara sarà il signor Barbiero della sezione di Campobasso, coadiuvato dagli assistenti Boggiani di Monza e Consonni di Treviglio.

Foto: Carol Violante

Condividi