La Scafatese rialza la cresta. Salernum Baronissi battuto 2-0

Torna al successo la Scafatese di Stefano Liquidato che, con due reti confezionate nella ripresa, riesce a rialzare la cresta battendo un sempre agguerrito Salernum Baronissi.
Dopo i due ko consecutivi in campionato e dovendo far fronte alle assenze di Alvino e Mascolo, il primo assente, il secondo in panchina stringendo i denti, Liquidato ridisegna la Scafatese partendo con il 3-5-2, con Iommazzo e Di Pasquale esterni, Trezza, Esposito e Masullo centrali difensivi, centrocampo composto da Canale, Costantino e il rientrante Napolitano a sostegno della coppia d’attacco Tagliamonte – Evacuo.
Dall’altro lato del campo il numero 20 è un pezzo di storia canarina: torna per la prima volta al “Vitiello” da avversario, dopo 142 presenze e 43 reti nelle gare di campionato con la maglia giallobleu, due reti decisive nei play out 2005 e 2008 e una promozione in C2, quel Fabio De Luca ancora tanto amato in quel di Scafati, al punto che all’ingresso in campo la tifoseria gli regala un saluto da far accapponare la pelle.
Sotto la pioggia battente della domenica va in scena un primo tempo non bellissimo, al punto che la prima vera occasione da rete capita alla compagine ospite quando Di Lascio, al minuto 27, batte magistralmente una punizione chiamando agli straordinari l’estremo difensore Botta, lesto a volare e deviare in angolo. Sei minuti più tardi è ancora la compagine salernitana a mettere i brividi con il cross di De Maio e la conclusione di Somma fuori di un nulla; il primo acuto canarino, invece, arriva al minuto numero 41, quando Evacuo dal limite dell’area regala allo Stadio l’illusione ottica del gol con un fendente di poco a lato.
Nella ripresa la Scafatese cambia non sotto il profilo degli uomini ma sicuramente sotto quello della mentalità e il gioco giallobleu ne trae beneficio: al 50′ Iommazzo di destro riesce a imbeccare Evacuo all’altezza del dischetto e l’incornata aerea del centravanti è perentoria ma di poco imprecisa, col pallone che termina a pochi centimetri dal palo della porta difesa da Orlandi.
Passano dieci minuti e cambia il risultato: Di Pasquale prova ad andar via al suo diretto avversario in area e si procura il penalty; proteste da parte degli ospiti ma il direttore di gara Gabriele Rifatto di Napoli è irremovibile e così Davide Evacuo può siglare il suo quarto gol in campionato, sesto in stagione, mandando in visibilio i supporters canarini, presenti al limite della capienza consentita nonostante la giornata uggiosa.
Il gioco diventa duro e maschio e la Scafatese raddoppia al minuto numero 79 con un gol olimpico realizzato da Masullo: l’esterno canarino, infatti, riesce a realizzare il raddoppio direttamente da calcio d’angolo con un sinistro velenoso, anche se con la complicità di una deviazione all’altezza della linea da parte di un difensore avversario.
I cinque minuti di recupero non regalano ulteriori emozioni e al triplice fischio finale la Scafatese può godersi finalmente il ritorno alla vittoria in campionato. Gli uomini di Liquidato saranno attesi sabato nella sfida esterna di Vico Equense.

“Il primo tempo non è stato dei migliori” – ha affermato il tecnico canarino Liquidato – “Ma durante l’intervallo ci siamo guardati tutti in faccia e siamo scesi in campo con tutt’altro piglio. La mia vittoria più grande è stata vedere a fine partita la squadra raccolta in gruppo a centrocampo, con un abbraccio collettivo e con parole importanti spese quasi da tutti, in particolare da Stefano Costantino e Davide Evacuo. Proveremo a riportare il sole a Scafati anche in giornate piovose come questa”.
Dall’altro lato del campo tutta l’emozione del ritorno a Scafati raccontata da Fabio De Luca: “Bellissimo essere ricordato così, evidentemente hanno pesato tante cose, tante battaglie, sicuramente anche quello che si è fatto come uomo e non solo come calciatore. Realizzai un gol importante al Menti contro la Viribus Unitis che ha un po’ cambiato la storia di questa società, perché dopo quella salvezza tutto è stato in discesa e sono arrivati gli anni più belli, conditi con la vittoria del campionato, l’approdo in Serie C e un’altra salvezza ai play out raccolta con una mia rete, sempre nella gara di andata. Ringrazio tutti per l’accoglienza”.

[25 Settembre 2022 – Stadio “Giovanni Vitiello” di Scafati]

SCAFATESE: Botta 04, Esposito, Trezza, Masullo, Canale, Di Pasquale 03 (68′ Manzo), Iommazzo (77′ Bozzaotre), Costantino, Napolitano (72′ Cavaliere), Evacuo, Tagliamonte (56′ Mascolo (68′ Galasso 03)).
A disposizione: Cappuccio 03, Manzo, Zatico 04, Iovinella, Cavaliere, Galasso 03, Bozzaotre, Mascolo, Ferrentino.
All: Liquidato Stefano

SALERNUM: Orlandi 03, De Simone, Grinbaum, Di Lascio (66′ Donadio), Lo Nigro, Merito, De Maio (86′ Bucciero), Cammarota, Brogna (70′ De Luca), Salerno 04, Somma (75′ Limatola).
A disposizione: Cibelli, Imparato, Cifarielli 04, Vignes, Limatola, Bucciero, Donadio, Chiumiento 03, De Luca.
All: Leone Jacopo

RETI: 60′ Evacuo (rig), 79′ Masullo

Arbitro: Gabriele Rifatto di Napoli
Assistenti: Cristian Sgariglia e Giovanni Di Luca di Napoli
Note: Ammoniti: Costantino (SC), Salernum (SB), Napolitano (SC), Merito (SB), De Simone (SB). Calci d’angolo: 5-3.

Pasquale Formisano