La fine di un incubo, il mondo del calcio riabilita Beppe Signori

Un lungo incubo durato 10 anni per Beppe Signori, che vede volgere al termine. L’ex attaccante del Foggia dei miracoli di Zeman, dopo essere stato radiato dalla FIGC nel 2012, a causa di un suo prensunto coinvolgimento nello scandalo calcioscommesse, potrà nuovamente tornare nel mondo del calcio. Infatti, la Federcalcio è tornata sui propri passi con il presidente Gabriele Gravina che ha firmato la grazia, in seguito all’assoluzione di Signori nel doppio processo a Piacenza e Modena, mentre a Cremona, il filone principale, è stato prosciolto per prescizione.

Il mese scorso la prima assoluzione, quella a Piacenza e relativa all’accusa di aver truccato la gara Piacena-Padova del 2 ottobre 2010, terminata 2-2. Il fatto non sussiste, invece, per il tribunale di Modena, dove si discuteva sull’ipotesi di combine dei match Modena-Sassuolo e Modena-Siena giocati nel 2011.

Un innocente che si è visto sottrarre 10 anni della sua vita, infamata da accuse campate in aria. Adesso è arrivato il tempo della rinascita per Beppe Signori che potrà tornare nel mondo del calcio, volontà permettendo.

Così Signori attraverso il suo profilo Facebook:

“1 Giugno 2011 INIZIO – 1 Giugno 2021 FINE 10 ANNI – 120 MESI – 3.650 GIORNI
Oggi il Presidente della FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio Gravina ha firmato la grazia che cancella la radiazione.
Grazie di cuore a tutti coloro che mi sono stati vicini in questi anni che mi hanno reso più forte e ancora più convinto che volontà e determinazione siano fondamentali per raggiungere gli obiettivi in ogni campo”.