Juventus. Allegri parla del Napoli: “Squadra forte. Luciano? Migliore allenatore”

Allo stadio Maradona domani sera (ore 20,45) si gioca l’anticipo della 18° giornata del campionato di Serie A tra Napoli e Juventus. Oggi Mister Allegri ha presentato il big-match nella consueta conferenza stampa della vigilia. «La squadra sta abbastanza bene, abbiamo fatto tre giorni di lavoro e siamo in buone condizioni. Vedremo domani sera cosa riusciremo a fare. Fino ad oggi abbiamo ottenuto dei risultati buoni e importanti, ma dobbiamo continuare nel nostro percorso di crescita. Dobbiamo entrare nei primi quattro posti».

LE CONDIZIONI DEI GIOCATORI BIANCONERI

«Per quanto riguarda gli infortunati i rientri dovrebbero essere imminenti. Prima della sfida contro il Monza di Coppa Italia difficilmente rientrerà qualcuno ma credo che prima di quella contro l’Atalanta magari qualcuno potrebbe essere a disposizione. Cuadrado da martedì dovrebbe essere con la squadra. Gli altri? Stanno decisamente meglio».

IL NAPOLI DI SPALLETTI

«Affrontiamo una squadra molto forte tecnicamente, ben organizzata e ben allenata, domani sarà una bellissima serata di calcio in uno stadio stracolmo, in una partita non decisiva per il campionato, più importante per loro che per noi. Noi dobbiamo giocare una gara di grande tecnica e intensità, sarà difficile, è uno scontro diretto giocato in casa della squadra che in questo momento è la più forte del campionato. Dobbiamo avere entusiasmo e voglia. Spalletti è il migliore ad allenare ed insegnare, l’aveva già dimostrato a Roma e Milano».

IL PRESIDENTE AGNELLI

«I risultati e il lavoro che ha fatto in questi anni parlano per lui. Io lo ringrazio perché mi ha dato la possibilità di allenare la Juventus, di starmi vicino e di lavorare con lui tanti anni insieme».

DANILO E CHIESA

«Danilo sta facendo bene così come tutti gli altri. L’atteggiamento della squadra è cambiato e bisogna continuare su questa strada. Chiesa sta molto meglio e sono contento. Oggi farò le mie valutazioni in allenamento e poi deciderò formazione».