Juve Stabia. Valle: “Vi racconto la stagione delle Vespe”

La Juve Stabia programma la prossima stagione con l’intenzione di continuare a ben figurare nel campionato cadetto. Per rivivere i momenti più importanti dello scorso campionato delle vespe e per strizzare l’occhio al futuro del club gialloblù, la redazione di sportcampania.it ha intervistato in esclusiva il giornalista di Metropolis e di Resport.it, Tiziano Valle.
Stagione da poco conclusa, ti aspettavi qualcosa in più dalla Juve Stabia?
Sicuramente, il girone di ritorno non è stato all’altezza delle aspettative; la squadra ha mollato troppo presto.
Chi ti ha deluso maggiormente e chi, invece, ti ha sorpreso positivamente?
Mi ha deluso un po’ tutta la difesa, mentre Caserta ha fatto una grande stagione. Secondo me va sottolineato anche come è rientrato Zito dopo l’infortunio che l’ha tenuto fermo per tre mesi. Ha disputato un ottimo finale di stagione.
Due calciatori al centro di insistenti voci di mercato
Zito è un calciatore che potrebbe far comodo a tante squadre anche in Serie A, mentre per Caserta, essendo in scadenza, è normale che ci siano tante richieste.
Il rimorso più grande di questa stagione, la partita più entusiasmate e quella più deludente?
La partita più entusiasmante, quella di La Spezia all’andata con vittoria al novantesimo per 3-2, dopo due rimonte dei liguri. La partita più deludente, dal punto di vista del risultato, senza dubbio quella con l’Empoli persa per 5-0, con la Juve Stabia che non è praticamente scesa in campo. Il rimorso è quello di non aver saputo gestire il momento dopo la vittoria con il Vicenza, nel girone di ritorno, con la Juve Stabia che si trovava in quel momento al quarto posto in zona play off.
Mister Braglia continua a svolgere un lavoro esemplare a Castellammare. Tu che vivi quotidianamente la realtà stabiese, oltre ad essere un grande estimatore del tecnico, credi sia pronto per il salto di qualità in serie A?
Quest’anno ha pagato i risultati negativi del girone di ritorno, ma credo sia uno dei migliori allenatori della Serie B. Forse qualche squadra di Serie A ci potrebbe fare qualche pensierino.
Resterà comunque a Castellammare anche il prossimo anno?
Sì, anche se il Padova era molto interessato a lui
Capitolo mercato. Cosa serve a tuo giudizio a questa Juve Stabia per ben figurare anche nella prossima stagione?
Devono ricreare il giusto mix di giovani ed esperti. Le seconde linee della Juve Stabia, secondo me, devono essere giovani che hanno voglia di emergere in modo da creare anche competizione con chi è titolare, quello che è mancato quest’anno. Di Somma, però, è un ottimo direttore sportivo e sa come rigenerare la squadra e portare avanti questa rivoluzione, viste le tante partenze.
Cosa ti aspetti il prossimo anno: salvezza tranquilla o magari speri nei playoff?
Considerando anche la rivoluzione della rosa, la Juve Stabia deve pensare esclusivamente alla salvezza. Magari tranquilla.
Torna il derby con l’Avellino. Il calcio campano è protagonista anche in serie B
Finalmente direi. In generale, il prossimo anno sarà una Serie B maggiormente orientata verso sud. Adesso quello che fa la differenza è il progetto: l’Avellino ha ottenuto un grande risultato con la gestione del campo per i prossimi nove anni che permetterà di sviluppare dei progetti a lungo termine. La Juve Stabia, invece, deve cominciare a patrimonializzare in modo da tornare a vende un calciatore importante a stagione come ha fatto negli ultimi anni con D’Ambrosio e Cazzola.
Condividi