Juve Stabia inarrestabile, Vespe conquistano il derby col Benevento

La Juve Stabia non si ferma più e continua la sua marcia in testa alla classifica del girone C di serie C. Le Vespe si impongono nel derby del Menti, che fornisce una cornice di pubblico degna di una diretta nazionale su Rai 2, contro il Benevento grazie alla rete del solito Bellich. Il difensore ancora una volta risulta decisivo, svestendo i panni del difensore centrale e indossando quelli dell’attaccante, siglando l’ennesimo gol (il quinto del suo campionato) e regalando altri 3 punti alle Vespe che allungano proprio sulla squadra sannita, ora distante 6 punti in classifica. Menzione d’onore, ancora una volta, per la difesa della Juve Stabia che per la sesta gara consecutiva resta senza gol al passivo (0 subiti nelle 8 gare giocate al Romeo Menti).

LA PARTITA

Rispetto al match contro il Messina mister Pagliuca recupera Baldi, Mignanelli e Candellone, che hanno scontato la squalifica, ma deve fare a meno di Erradi e Piovanello. I gialloblù stupiscono perchè per la prima volta in stagione rinunciano al minutaggio under, con Andreoni che viene preferito a Baldi come terzino destro. Di contro il Benevento scende in campo con il solito 3-5-2 con Ferrante e Bolsius come coppia d’attacco.

Bastano 13 minuti alla Juve Stabia per sbloccare la partita. Sul solito calcio da fermo Leone pennella una parabola che trova la sponda di Buglio per il solito Belliche che insacca alle spalle di Paleari. Il gol, però, non abbatte il Benevento che pochi minuti dopo sfiora la rete del parteggio con un bolide su punizione di Ferrante, con l’ex Savoia che trova la risposta di un prodigioso Thiam.  Per il resto la gara corre sul filo dell’equilibrio.

Nella seconda frazione di gioco la Juve Stabia entra in cmapo con il piglio della grande e con la voglia di chiudere il match. I gialloblù si rendono pericoloso in pochi minuti per ben 3 volte. Prima con uno stacco di testa di Bachini, su azione d’angolo, che trova la pronta risposta di Paleari. Poi con una fantastica conclusione di Mignanelli che viene respinta dal palo e poi con una girata di Romeo, con l’ex Fermana che allunga la lista dei legni colpiti dalle Vespe.

Sfiorato il triplo pericolo il Benevento si riversa in attacco, spinto anche da mister Andreoletti che getta nella mischia tutte le sue bocche di fuoco come Marotta e Ciano. Alla mezz’ora Thiam è costretto di nuovo a travestirsi da Superman, compiendo un intervento prodigioso sulla conclusione dal limite di Karic, deviata da Leone, salvando così il risulato. Le Vespe resistono fino al 90′ e conquistano i 3 punti.

Juve Stabia – Thiam, Bellich, Romeo, Buglio (71′ Baldi), Piscopo (90′ Folino), Meli (80′ Gerbo), Mignanelli, Bachini, Candellone, Andreoni, Leone. A disposizione: Esposito, Signorini, La Rosa, Maselli, Bentivegna, Baldi, Guarracino, Folino, Gerbo, D’Amore, Rovaglia, Picardi, Ruggiero, Marranzino, Vimercati.  Allenatore: Guido Pagliuca.

Benevento – Paleari, El Kaouakibi (76′ Masciangelo), Benedetti (76′ Ciano), Karic, Ferrante, Improta, Berra, Agazzi (68′ Marotta), Talia (54′ Pinato), Capellini, Bolsius. A disposizione: Nunziante, Masciangelo, Kubica, Marotta, Ciano, Pinato, Rillo, Viscardi, Sorrentino, Terranova, Carfora, Tello. Allenatore: Matteo Andreoletti.

Marcatori: 13′ Bellich (JS)

Ammoniti: Karic (B), Bachini (JS), Piscopo (JS), Ferrante (B)

Espulsi:

Arbitro: sig. Stefano Nicolini della sezione AIA di Brescia.

Assistenti: sig. Lorenzo Giuggioli della sezione AIA di Grosseto e sig. Alessandro Antonio Boggiani della sezione AIA di Monza.

Quarto Ufficiale: sig. Andrea Ancora della sezione di Roma 1.

fonte foto Juve Stabia sito web