Juve Stabia. Il ritorno di Braglia, non è mai troppo tardi o forse…

Non è mai troppo tardi..o forse s√¨! L’esonero di Pea è l’ennesima pagina da dimenticare per la stagione della Juve Stabia, è risultato fatale il pari in casa contro un Cittadella in inferiorità numerica per oltre un’ora di gioco. COn il Menti passato da fortino a terra di conquista di tutte le partecipanti alla serie B, mentre i tifosi non hanno mai fatto mancare il loro sostegno, mugugnando ma non troppo su un’annata fallimentare.

Ritorna in sella Piero Braglia, il tecnico toscano mai dimenticato dalla piazza gialloblu, al quale era succeduto proprio l’allenatore lombardo dopo il ko interno con il Trapani. Da l√¨ una serie di vicissitudini, un mercato che ha rivoluzionato la rosa, una squadra che non ha mai acquisito la grinta necessaria per risalire la china, qualche punto nelle ultime giornate non è servito a placare patron Manniello e soci, già pronti alla cacciata dopo la sconfitta a Siena.

La dirigenza stabiese le sta provando tutte pur di cercare la permanenza in categoria. Il ritorno di Braglia ha aperto già i dibattiti sulla necessità del precedente sollevamento dall’incarico, visto che la parentesi Pea seppur maggiormente remunerativa in termini di punti non ha portato l’accelerazione necessaria. Braglia torna per ripartire e costruire, la salvezza è sempre più un miraggio, ma il tecnico toscano preparerà la squadra ad affrontare la risalita, che sia entro la fine del campionato o per una prossima stagione da protagonisti. Non è mai troppo tardi‚Ķo forse no!