Il San Sebastiano accusa, la Viribus risponde: ecco cosa è accaduto

Oggi durante la gara tra Viribus Unitis – San Sebastiano ci sono stati cori razzisti contro un nostro giocatore, scontri a fine gara da parte della squadra di casa contro la nostra, calciatori espulsi senza motivazione valida.

A fine partita all’uscita i tifosi oltre ai cori razzisti hanno riportato danni ad alcune auto dei nostri dirigenti e tesserati .La A. S. D. SAN SEBASTIANO F. C. sconcertata da ciò che è accaduto sta valutando di ritirare la squadra dal campionato è sicuramente farà denuncia alle AUTORITÀ di competenza per l’accaduto.

Nella giornata di ieri, dopo il match terminato in parità tra Viribus Unitis e San Sebastiano, quest’ultimi, attraverso il precedente comunicato lamentavano cori razzisti ai danni di un proprio tesserato e danni alle auto. Non si è fatta attendere la replica dei sommesi, che hanno smentito con fermezza l’accaduto, precisando solo ciò che è accaduto in campo, oltre a confermare la presenza delle forze dell’ordine.

IL COMUNICATO

È con grande rammarico è sconcerto, che abbiamo letto il comunicato stampa di poco fa, emesso dall’Ufficio Stampa dell’ASD SAN SEBASTIANO con la quale oggi abbiamo disputato la 6 giornata di Campionato finita 2-2. Una gara in cui le squadre si sono affrontate a viso aperto e che ha visto inizialmente il San Sebastiano in avanti di 2 reti a 0 e poi la Viribus riprenderla alla fine portando il risultato sul pari. Comportamento in campo esemplare dei nostri atleti e degli avversari.

È con fermezza che però smentiamo i denunciati cori razzisti nel comunicato stampa emesso dall’ufficio stampa del San Sebastiano contro un loro calciatore. E’ con fermezza che smentiamo danni agli autoveicoli nell’area esterna al parcheggio anche perché nessuna denuncia è stata fatto sul posto dove le autorità (Carabinieri) sono andati via dopo che tutti avevano lasciato l’area in concomitanza della dipartita della terna arbitrale, come è consuetudine.

Per gli scontri a fine gara in verità solo alcuni nostri atleti hanno riportato qualche danno al volto e non per colpi dati ma per colpi ricevuti. Per I calciatori espulsi senza motivo, ad onore di cronaca sono stati 2 per squadra, ciò a testimoniare che la punizione è stata inflitta, dall’arbitro di gara in egual modo, quindi entrambi colpevoli di atteggiamenti, che noi non condividiamo, ma che evidentemente, con l’adrenalina ancora in circolo, sono degenerati all’ingresso degli spogliatoi, senza comunque aver prodotto alcun danno e senza nessun atleta ferito neanche lievemente.

Forse il risultato ripreso alla fine dalla Viribus è andato stretto agli avversari, ma si ricorda che il calcio non è affatto denigrare o accusare ingiustamente e senza prove tangibili gli avversari, il calcio non è azzuffarsi a fine gare e minacciare, il calcio è solo quello giocato nel rettangolo verde.

La nostra società adira le vie più opportune per difendere l’onore la verità e la serietà che da oltre 100 anni di calcio, ci ha sempre contraddistinto.