Il San Giorgio ride, la Scafatese si arrende: al Paudice 1-0 con tre pali

Di Pasquale Formisano

Tre pali e un rigore sbagliato: termina così, in una di quelle giornate storte che solo il calcio sa regalare, la stagione 2020/21 della Scafatese, che sul campo del San Giorgio perde di misura dopo aver lasciato letteralmente l’anima sul sintetico del Paudice
L’inizio del match è quasi tutto appannaggio dei padroni di casa, con il culmine della rete del vantaggio realizzata da Meloni, lesto a correggere in rete un invintantissimo assist di Simonetti al minuto numero 10, poi i granata provano a sferrare il colpo del ko con le conclusioni a lato di Tiscione, lo stesso Simonetti che chiama agli straordinari il portiere canarino Cappuccio, e poi Di Paola al minuto 18.
Sembrerebbe quasi il prologo di un monologo napoletano, invece la Scafatese riscopre vecchie energie che sembravano perdute, inizia a controllare con maggior frequenza il possesso del pallone e si fa vedere anche in avanti: al 26′ il primo tentativo timido è di Gambardella, bissato quattro minuti più tardi dalla girata alta di Marco Romano, poi gli ospiti iniziano a far tremare letteralmente la retroguardia del San Giorgio al 34′, quando la girata aerea di De Iulis coostringe Avino al miracolo sulla linea; gli uomini di De Felice ci credono e continuano a macinare gioco, ma la conclusione volante di De Sio all’ultimo minuto del primo tempo si stampa beffardamente sul palo che salva Avino oramai battuto. Si arriva all’intervallo sul punteggio di 1-0 ma il viaggio negli spogliatoi non cambia l’inerzia del gioco, perché anche nella ripresa la Scafatese continua a viaggiare a ridosso dell’area avversaria nel tentativo di rimettere in piedi la gara. Passano cinque minuti soltanto e Iannini sfiora la rete con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma nonostante la buona scelta di tempo non trova, invece, la porta nel suo mirino. L’episodio che potrebbe cambiare del tutto la gara arriva al minuto 58: il primo tiro di Orlando viene ribattuto da un difensore del San Giorgio, De Iulis prova a correggere ma viene atterrato all’interno dell’area, costringendo il direttore di gara a fischiare il penalty; dal dischetto si presenta lo stesso centravanti numero 9 che, però, apre troppo il compasso con il piatto destro e colpisce il legno alla sinistra di Avino, facendo tirare un fortissimo sospiro di sollievo alla retroguardia degli uomini di Borrelli. L’errore potrebbe distruggere una volta per tutte la squadra di De Felice che, invece, non si abbatte e continua imperterrita a sognare il pareggio: il tecnico giallobleu inserisce anche Mascolo e proprio il cobra crea le due occasioni più ghiotte, prima con una plastica rovesciata all’incrocio su cui si esalta Avino, che devia in angolo, e poi al 75′ con il colpo di testa che lascia impassibile il portiere avversario ma si stampa beffardamente sul legno, l’ennesimo di giornata. La palla supera invece la linea al minuto 85′, ma l’arbitro annulla per un fallo in attacco fischiato in precedenza, e ai canarini non bastano nemmeno i 7 minuti di recupero per riuscire a rimettere in equilibrio i quarti di finale che premiano invece il San Giorgio.
Termina 1-0 nonostante le tantissime occasioni, con gli uomini in campo costretti a fare i conti con quello che è il bello ma anche il brutto di questo sport, che sa regalare gioie ma anche distribuire amarezze.

SAN GIORGIO: Avino, Peluzzi 01, Arzeo (80′ De Rosa), Tiscione, Manzi, Follera, Di Paola(95′ Scafaro 02), Panico, Meloni, Simonetti (67′ Porcaro), Greco 02 (80′ Tortora 0-2).
A disposizione: D’Andrea, Borrelli, Porcaro, Sparano, Laureto, Formicola 01, Scafaro 02, Tortora 02, De Rosa.
All: Borrelli

SCAFATESE: Cappuccio 03, Romano (65′ Mascolo), Gambardella, Giacinti, Imparato (85′ Schettino), Granata, De Sio, Iannini, De Iulis, Orlando (78′ Cherillo), Elefante 02 (65′ Galiano 01).
A disposizione: Palladino 03, Galiano 01, Vecchione 02, Bardini 02, Ascione, Sorriso, Schettino, Mascolo, Cherillo
All: De Felice

RETI: 10′ Meloni.

Arbitro: Lorenzo Moretti di Cesena
Assistenti: Steven La Regina di Battipaglia e Giuseppe Peluso di Nola
Note: Ammoniti: De Sio (SC), Greco (SG), Follera (SG), Panico (SG) Iannini (SC), De Iulis (SC) . Calci d’angolo: 1-6.