Il Napoli mata l’Empoli, decisivi Lozano e Zielinski

Il Napoli centra la dodicesima vittoria stagionale in campionato, superando allo stadio Maradona l’Empoli di Zanetti. Una gara bloccata nella prima frazione di gioco, che prende quota solo nella ripresa, con la truppa azzurra che riesce a chiudere la contesa sul doppio vantaggio.

RISULTATO BLOCCATO, IL NAPOLI NON SFONDA

Un Napoli che ha un ottimo approccio alla gara, i calciatori azzurri spingono con forza verso la porta difesa da Vicaro e compagni, ma si scontrano col muro empolese. Forte è la restistenza degli ospiti, che reggono bene l’impatto e provano a rispondere alla sortite offensive dei partenopei. Superato il quarto d’ora di gioco, il punteggio dice ancora pareggio a reti inviolate. Un match comunque vivo, che il Napoli prova a dominare grazie al giro palla.

Prova a costruire anche l’Empoli, la squadra di Zanetti riesce rendersi pericolosa, ma non ad impegnare Meret, che in mezz’ora non si sporca mai i guanti. Il Napoli non molla la presa sugli avversari, ma anche gli azzurri non riescono a centrare lo specchio della porta, a causa della retroguardia toscana che non lascia spiragli.

L’azioni più pericolose della prima frazione di gioco arriva solo al 39esimo e al 45esimo minuto, entrambe con Raspadori, che prima impegna Vicario e poi fa tirare un sospiro di sollievo all’estremo difensore, quando da ottima posizione non centra la porta. Il primo tempo si chiude proprio così, con il Napoli fermo sul pareggio da un Empoli arcigno e battagliero.

LA RISOLVE LA PANCHINA

Al ritorno dagli spogliatoi, gli uomini di Spalletti sembrano entrare con il piglio giusto, provando a chiduere nella propria metà campo l’Empoli. Ci riesce sono in parte, perchè la squadra di Zanetti attende sorniona per poi ripartire. Se da un parte Osimhen non è preciso, dall’altra Bandinelli non trova la giusta coordinazione per colpire.

Nemmeno nella seconda frazione di gioco sembra voler decollare la partita, che resta bloccata sul pareggio. Zanetti prova a cambiare qualcosa per ravvivare la manovra, entrano Lammers e Akpa-Akpro per Satriano e Haas. Osimhen e compagni non arrestano la propria pressione e proprio il nigeriano, su azione da palla inattiva, prova a portare avanti i suoi, ma senza fortune. Dopo più di un’ora di gioco, Spalletti effettua tre cambi ridisegnando la squadra. Infatti entrano Lozano, Zielinski ed Elmas per Politano, Ndombele e Raspadori.

Proprio i nuovi entrati cambiano le sorti del match sbloccandolo. Osimhen viene atterrato in area di rigore e Pairetto decreta la massima punzione. Dal dischetto si presenta Lozano, la conclusione del messicano è intuita da Vicario, ma la palla entra comunque in porta, con gli azzurri che passano finalmente in vantaggio.

Piove sul bagnato per l’Empoli, che invece di reagire resta in dieci per l’espulsione di Luperto. L’ex Napoli dopo il giallo su Osimhen, ne rimedia un altro su Lozano e lascia anzitempo la partita. Il vantaggio numerico da un’ulteriore iniezione di fiducia ai partenopei che hann il pieno controllo del match. Cala il sipario sulla sfida con il goal di Zielinski, che spinge in rete l’assist di Lozano e consegna la decima vittoria di fila (la dodicesima stagionale, ndr) al Napoli, consolidando il primato in classifica.

TABELLINO DI GARA
SSC NAPOLI – EMPOLI FC 2-0 (0-0 pt)

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Min-Jae, Mario Rui; Anguissa, Lobotka (90′ Demme), Ndombele (64′ Zielinski); Politano (64′ Lozano), Osimhen (90′ Simeone), Raspadori (64′ Elmas). A disposizione: Marfella, Idasiak, Juan Jesus, Olivera, Zerbin, Zedadka, Zanoli, Gaetano. Allenatore: Luciano Spalletti

Empoli (4-3-2-1): Vicario, Stojanovic, Ismajli, Luperto, Parisi; Haas (59′ Akpa-Akpro), Marin (85′ Ekong), Bandinelli (73′ Grassi); Baldanzi (73′ Henderson), Bajrami; Satriano (59′ Lammers). A disposizione: Perisan, Ujkani, Cacace, Walukiewicz, Pjaca, Degli Innocenti, Fazzini, Ebuehi, Cambiaghi, Guarino. Allenatore: Paolo Zanetti

marcatori: 69′ rig. Lozano (N), 88′ Zielinski (N)

ammoniti: Bandinelli (E), Satriano (E), Luperto (E), Ostigard (N), Parisi (E), Henderson (E)
espulsi: Luperto (E)
angoli: 5-0
recuperi: 0’pt, 4’st

direttore di gara: Luca Pairetto
assistenti: Mauro Galetto
IV: Maria Sole Ferrieri Caputi
VAR: Michael Fabbri
AVAR: Giacomo Paganessi