Il Manfredonia vince la sua prima partita in casa superando 2-1 la Palmese

Il Manfredonia, con quattro innesti nuovi, vince la prima partita, di questa stagione, tra le mura amiche: al “Miramare” i padroni di casa superano 2-1 la Palmese. Campani sempre più in crisi di risultati

Il Manfredonia, con quattro innesti nuovi, vince la prima partita, di questa stagione, tra le mura amiche: al “Miramare” i padroni di casa superano 2-1 la Palmese. Campani sempre più in crisi di risultati.

La squadra pugliese allenata da mister Franco Cinque centra la sua prima vittoria in campionato tra le mura amiche contro la Palmese, anche se gli spalti del “Miramare” continuano ad essere purtroppo vuoti, per l’andamento della squadra in questo primo scorcio di stagione. Termina 2-1 contro i campani grazie ai gol di Giacobbe su rigore al 24′ della prima frazione e Calemme a quattro minuti dal termine della gara. Nel mezzo il momentaneo pareggio degli ospiti con Fusco al 43′ del primo tempo. Un risultato che fa ben sperare per una squadra che, negli ultimi giorni, ha ufficializzato quattro volti nuovi, utili per alzare il tasso tecnico di una squadra a cui, finora, è probabilmente mancata l’esperienza e la qualità per ambire alla salvezza: tra i pali è arrivato Luciano Borrelli, classe 2004, che aveva iniziato la stagione con la Vibonese; in difesa è arrivato Matteo Fissore, classe 1996, nella prima parte di questa stagione al Livorno.  A centrocampo, invece, è arrivato Eduardo Esposito, classe 2003, nella prima parte di stagione al Cjarlins Muzane con cui è sceso in campo sette volte, infine in attacco, la dirigenza pugliese, ha preferito puntare sull’esperienza (e anche tanta) con l’arrivo di Paolo Carbonaro, classe 1989, nella prima parte di stagione al Lamezia, prima che i calabresi alzassero bandiera bianca ritirandosi a campionato in corso.