“I lupi mordono, ma le tigri graffiano”: Il Giugliano ha la meglio su un Avellino mai domo

Giugliano – Avellino termina 3 a 2 in favore dei “tigrotti” dopo una gara vissuta al cardiopalma. Primo tempo vivace, con entrambe le squadre volte all’attacco, ma la prima marcatura è di stampa biancoverde, con il solito Patierno. Il Giugliano pareggia i conti su rigore di Salvemini, molto contestato dagli Irpini. A farne le spese è Sgarbi, espulso per proteste. La ripresa è effervescente: goal di Liotti che riporta avanti l’Avellino, ma in pochi minuti il Giugliano pareggia e capovolge la sfida con Cargnelutti e un rigore di Salvemini. Anche il Giugliano resta in inferiorità numerica, a seguito dell’espulsione di Balde, ma il forcing dell’Avellino non produce risultati e, dopo 6 minuti di recupero, il popolo giuglianese esplode in festa.

Avvio di partita intraprendente da parte della squadra di casa. All’ 8′ primo squillo del Giugliano, tiro di Giorgione centrale, para il portiere. Al 9′ risposta dell’Avellino, colpo di testa di Patierno che scalfisce il palo. Buon ritmo in queste battute iniziali del match. Al 19′ gran tiro di Rocca, il portiere smanaccia in angolo. Al 20′ passa in vantaggio l’Avellino su sviluppi di calcio d’angolo con il goal di Patierno. I padroni di casa provano a reagire pressando gli avversari. Al 42′ scontro al limite dell’area, grandi proteste. Al 44′ pareggia il Giugliano col rigore di Salvemini. Dopo il rigore espulsione di Sgarbi per proteste.

In avvio di ripresa subito pericoloso il Giugliano, tiro di Yabre dalla fascia, troppo debole per impensierire il portiere. Fasi di gioco a stampo gialloblu, con i padroni di casa che spingono molto. Al 7′ risponde l’Avellino col colpo di testa di Armellino. Si alternano due azioni, Avellino con Liotti tenta il tiro ma la palla finisce alta, su ribaltamento di fronte Salvemini tira in modo innocuo verso il portiere. Al 13′ si riporta in vantaggio l’Avellino col piazzato preciso di Liotti. Risponde subito, riportando la partita in parità, il Giugliano, col colpo di testa di Cargnelutti. Dopo il goal espulsione per Balde. La ribalta il Giugliano al 20′ segnando il terzo goal con il rigore di Salvemini, assegnato dopo il fallo di mano di Rigione. Partita che non perde ritmo. Il Giugliano gestisce senza particolari difficoltà il goal di vantaggio. Forcing finale dell’Avellino. Al 46′ tiro di Llano che finisce alto sopra la traversa. Al 48′ sfiora il pareggio l’Avellino col colpo di testa di Llano. Col tiro di Frascatore finisce il match. Il Giugliano porta a casa la partita vincendo per 3 a 2, soffrendo nel finale.

GIUGLIANO: Russo, De Rosa, Salvemini (43’st De Sena), Oyewale (46’st Yabre), Valdesi, Giorgione (27’st Romano), Caldore, Cargnelutti, Ciuferri (35’st Gladestony), Balde, Maselli (43’st Oviszach). All. Bertotto

AVELLINO: Ghidotti, Ricciardi (46’st Russo), Patierno (27’st Tito), Sgarbi, Cancellotti, Rigione (32’st Cionek), Armellino, De Cristofaro, Frascatore, Liotti (27’st Gori), Rocca (23’st Llano). All. Pazienza

RETI: 20’pt Patierno, 14’st Liotti (A) – 44’pt e 20’st Salvemini rig., 15’st Cargnelutti (G)

AMMONIZIONI: Patierno, Rigione (A) – Maselli (G)
ESPULSO: Sgarbi (A) – Balde (G)

ARBITRO: Galipó di Firenze
ASSISTENTI: Cerilli di Latina – Piazzini di Prato
QUARTO UFFICIALE: Ianniello di Messina