Herculaneum. Costantino al fotofinish, contro la Gelbison è gioia granata

Grande vittoria per l’A.V. Herculaneum 1924 che ottiene i primi meritati tre punti contro la Gelbison dopo il bel pareggio di Gravina. Il gol di Stefano Costantino all’ultimo respiro manda in visibilio i tifosi assiepati fuori lo stadio per il provvedimento delle porte chiuse imposto dalla Prefettura, i granata di mister Campana ottengono la giusta ricompensa per una partita dominata dal primo minuto e salgono a quota quattro punti in classifica. Domenica 18 settembre la squadra dei presidenti Mazzamauro e Annunziata tornerà in Puglia per l’affascinante sfida contro il Manfredonia.

LA SCONFITTA DELLE PORTE CHIUSE ‚Äì Come annunciato nella giornata di ieri, il pubblico di Ercolano non ha potuto assistere al ritorno in Serie D dopo tredici anni della prima squadra cittadina. Una sconfitta vera e propria, i tifosi non hanno potuto godere con la squadra per le inadempienze degli spalti e della zona esterna dello Stadio Solaro, a più riprese evidenziate dalla società A.V. Herculaneum 1924.

GLI SCHIERAMENTI ‚Äì 4-3-3 solito per mister Campana che schiera in porta Mennella, in difesa Ciano, Baratto, Poziello e Terracciano, a centrocampo il trio formato da Costantino, Conte e Pianese e in attacco il tridente con i due under Solitro e Adamo ai fianchi di El Ouazni. 3-4-1-2 per gli ospiti, Pepe schiera D’Agostino in porta, Penta, Manzillo e Giordano in difesa, sugli esterni Ferraioli e Mejri, a centrocampo De Feo e Cammarota, con Yeboah alle spalle di Maggio e Falco

IL PRIMO TEMPO ‚Äì Nella prima frazione di gioco l’Herculaneum si fa vedere subito dalle parti di D’Agostino con Adamo ed El Ouazni, autore di un’altra ottima partita di sacrificio per la squadra dopo la grande prova di Gravina. Dopo un quarto d’ora di studio, con predominio granata, al minuto 18 ci prova ancora Adamo, ma il tiro è centrale. Le migliori occasioni da rete arrivano poi nel finale, quando Ciano al 37‚Ä≤ impensierisce con un potente destro un attento D’Agostino e al 44‚Ä≤ con Pianese che tira alto una punizione ribattuta dalla barriera.

RIPRESA, DELIRIO COSTANTINO ‚Äì Nella ripresa i granata partono ancora meglio, andando vicinissimi al vantaggio al 51‚Ä≤ con un colpo di testa di Costantino e un minuto dopo con El Ouazni, al quale è annullato un gol per fuorigioco dopo un paio di parate eccezionali di D’Agostino. L’unico squillo dei salernitani arriva al 57‚Ä≤, quando Manzillo impegna Mennella di testa. L’assalto finale dell’Herculaneum comincia al 71‚Ä≤ con un colpo di testa di El Ouazni ancora respinto da D’Agostino, nel finale poi gli ospiti restano in dieci per la doppia ammonizione comminata a Ferraioli e i padroni di casa perdono mister Campana, allontanato per proteste. Il gol del delirio casalingo arriva all’ultimo istante dei tre minuti di recupero: un encomiabile Costantino supera D’Agostino di testa con un’inzuccata perfetta per l’1-0 finale.

LE DICHIARAZIONI ‚Äì Francesco Annunziata (Presidente): Faccio i complimenti ai ragazzi che hanno combattuto fino all’ultimo secondo, devo fare un plauso a loro e al mister, che crede molto in questa squadra assieme a tutti noi. Porte chiuse? Uno stadio senza pubblico non ha senso, ci rimettiamo anche dal punto di vista economico, oggi abbiamo perso come minimo 4000 euro, denaro utile per le trasferte.

Alfonso Mazzamauro (Presidente Onorario): Vorrei far capire all’amministrazione che sta commettendo un errore grave, i tifosi non possono non godersi una vittoria cos√¨ bella e meritata dal palazzo di fronte lo stadio. C’è tanto amaro in bocca, i tifosi sono il dodicesimo uomo in campo, già da luned√¨ provvederò a trovare un’altro stadio nei paraggi perchè questi ragazzi meritano di vedere la loro squadra.

Giovanni De Micco (Direttore Generale): Dobbiamo sottolineare che è stato impedito alla gente di Ercolano di assistere a questo spettacolo. Per loro abbiamo voluto fortemente questa vittoria meritata al 93‚Ä≤. Stadio? Ieri sono stato fino alle 15 al Commissariato di Portici-Ercolano, qui c’è un problema di agibilità e l’amministrazione comunale deve adesso fare il proprio dovere per i tifosi, che hanno grande fame di calcio.

Marco Mignano (Direttore Sportivo): Dedichiamo questa vittoria ai tifosi, a tutta la famiglia Mazzamauro-Annunziata, ma anche a noi che abbiamo vissuto una settimana particolare conclusa con la stangata delle porte chiuse. Questa squadra ha cuore e carattere e continuerà a lavorare senza fare voli pindarici. Le lacrime di Costantino? Ieri sera abbiamo parlato al telefono e gli avevo detto che avremmo vinto la partita grazie a lui, giocatore di carattere e carismatico

Rosario Campana (Allenatore): I quattro punti nelle prime due partite sono meritati, oggi abbiamo dominato sotto tutti gli aspetti e il pareggio ci sarebbe stato stretto. Volevamo vincere per i nostri tifosi e per la società, abbiamo segnato al 93‚Ä≤ all’ultima azione, ora si festeggia, ma io già penso alla trasferta di Manfredonia. Il morale lo deve dare il gioco che esprimono i nostri calciatori, domenica scorsa abbiamo subito un gol a cinque minuti dalla fine, mentre oggi abbiamo segnato all’ultimo respiro, il risultato non cancella mai il buon lavoro che facciamo con lo staff.

Stefano Costantino (Centrocampista): Oggi è stata la vittoria della città, il pubblico ha subito una grave ingiustizia e sono contento di aver regalato la vittoria a questa gente, assieme a tutto il gruppo che lavora giorno dopo giorno. Sono felicissimo di aver segnato, vogliamo proseguire con questo entusiasmo, continuando a stupire domenica dopo domenica, seguendo le indicazioni del mister. Oggi ci siamo riusciti per tutta la gara, la Gelbison ha fatto una partita difensiva cercando il punticino, noi siamo stati bravi a superarli. Il gol? Ci ho creduto e la fortuna è stata dalla mia parte, lo dedico anche alla società per la fiducia che mi dà e al mister che oggi mi ha schierato ancora una volta.

A.V. HERCULANEUM 1924 – A.S.D. GELBISON VALLO: 1-0

A.V. HERCULANEUM 1924: Mennella, Ciano, Terracciano, Costantino, Baratto, Poziello, Solitro (82′ Evacuo), Conte, El Ouazni, Pianese (68′ Sorrentino), Adamo (77′ Esposito). A disposizione: Cirillo, Paudice, Falanga, Maietta, Liberti, Ginestra. Allenatore: Rosario Campana.

A.S.D. GELBISON VALLO: D’Agostino, Penta, Mejri, De Feo, Giordano, Manzillo, Ferraioli, Cammarota (80‚Ä≤ Gisonni), Maggio (59‚Ä≤ Pecora), Yeboah, Falco (55‚Ä≤ Passaro). A disposizione: Faggiano, De Marco, Di Fraia, Bruscino, Menna, Donnantuoni. Allenatore: Alfonso Pepe.

ARBITRO: Gabriele Scatena (Avezzano).
ASSISTENTI: Andrea Marrollo (Vasto), Alberto Colonna (Vasto).

MARCATORE: Costantino (90′ + 3′).

NOTE: Pomeriggio piovoso, campo in buone condizioni. Partita giocata a porte chiuse per ordine della Prefettura. Ammoniti: Baratto, El Ouazni, Ciano, Pianese (H) Mejri, Maggio (G). Espulsi: Ferraioli all’ 84‚Ä≤ per doppia ammonizione. Allontanato dalla panchina mister Rosario Campana (82‚Ä≤) per proteste. Angoli: 5-3 per l’Herculaneum. Recuperi: 0‚Ä≤ pt, 3‚Ä≤ st.

Condividi