GP Assen. Rossi: “Che soddisfazione!”. Lorenzo “Non sono un eroe”

”Non dico che non riesco a crederci… pero’…”. Valentino Rossi finalmente torna a sorridere. Il pilota della Yamaha trionfa a Assen e pone fine ad un digiuno di oltre 2 anni e mezzo. ”E’ una soddisfazione incredibile. Ho lavorato tanto, non ho mai mollato. Ringrazio la Yamaha che mi ha dato un’altra possibilita’, sapevo che oggi poteva essere la mia gara. ‘Provo a vincere’, mi sono detto.

E’ andata benissimo”, dice Rossi, raggiante, ai microfoni di Mediaset.

“E’ stato molto duro finire la gara, ma con la forza di volonta’ ce l’ho fatta”. Con queste parole Jorge Lorenzo commenta il suo quinto posto nel GP d’Olanda, disputato a 48 ore dalla caduta nelle seconde prove libere e a poco piu’ di 24 ore dall’intervento chirurgico alla clavicola fratturata cui e’ stato sottoposto giovedi’ notte a Barcellona. Il campione del mondo in carica, poi, non vuole l’appellativo di eroe: “Non lo sono, i veri eroi sono quelli che alla fine del mese riescono a mangiare. Io sono uno fortunato che pagano per fare questo, che e’ quello che mi piace!”.

Condividi