Gli occhi del Giugliano su due gioiellini dell’Atalanta

Il corso del Giugliano targato Antonio Amodio non può prescindere dai giovani. Non solo per filosofia aziendale e dei Mazzamauro, ma soprattutto per indole dello stesso diesse. Amodio, i fatti, di giovani ne ha scoperto e lanciati tanti, come i Vitale, Fusco e tanti altri.

Proprio sulla linea verde sta muovendo i primi passi per la costruzione del nuovo Giugliano. In tal senso l’ex diesse del Sorrento ha messo gli occhi su due gioiellini dell’Atalanta. Si tratta del portiere Jacopo Sassi e del difensore Edoardo Scanagatta. Sassi è un estremo difensore classe 2003 che lo scorso anno è stato il titolare indiscusso nella Primavera bergamasca, collezionando anche 5 presenza nella Uefa Youth League. Sassi, inoltre, è nel giro della Nazionale, avendo messo insieme già 3 gettoni con l’Under 19.

Scanagatta, invece, è un difensore centrale, capace di agire anche come terzino, classe 2002. Il centrale ha già avuto l’impatto con il professionismo, visto che nell’ultima stagione ha messo insieme 25 partite con la Paganese. Una stagione sfortunata dal punto di vista di squadra, vista la retrocessione in D dei salernitani. Scanagatta, però, ha dimostrato le sue qualità e ora potrebbe nuovamente mettersi in mostra in C con il Giugliano.