Gladiator-Turris. L’ex di turno Gatta: “Strano effetto tornare a S.Maria”

L’anno scorso con 32 presenze in campionato è stato il secondo elemento della
rosa più utilizzato dal Gladiator. Si tratta del centrocampista Gismondo Gatta
che domenica ritornerà al “Piccirillo” con la casacca della Turris. “Ritornare
a S. Maria, sicuramente mi farà un effetto strano anche perch√© sono stato
benissimo e mi hanno trattato altrettanto. Se proprio devo trovare una cosa
bella in un anno fantastico, è stato a Brindisi quando ho segnato, perch√© ho
corso verso i nostri tifosi che nonostante la distanza ci avevano seguiti in
tanti”. Il match sarà disputato a porte chiuse per delle carenze allo stadio
Piccirillo. Ricordiamo che da una settimana sono iniziati i lavori per
l’abbattimento delle tribune. “Per quanto riguarda la partita a porte chiuse” –
continua Gatta – “E’ una sconfitta non solo per il calcio, ma per quei
calorosi tifosi che seguono la squadra, sia del Gladiator che della Turris,
anche perché i tifosi nerazzurri non meritano di essere presi in giro
dall’amministrazione, perchè sono anni che aspettano un campo decente”. La
Turris di mister Castellucci abituata al sintetico troverà forse qualche
difficoltà con il manto erboso sammaritano e Gatta precisa “Sicuramente in casa
giochiamo in un campo dove lo scivolamento del pallone è limpido, ma a noi non
interessa dove giochiamo, ci adattiamo come squadra per vincere, è proprio per
questo che dovremmo lottare su tutti i campi al di là del terreno, senza
crearci alibi”.

Condividi