FOTO. Gladiator Sant’Erasmo-CUS Caserta 7-6. Remuntada nerazzurra in finale playoff

Una gara incredibile, di quelle da conservare tra i ricordi più belli, questo è quanto accaduto alla “Rampetta” di Santa Maria Capua Vetere, dov’è andata in scena la finale regionale playoff di Serie C1. Un derby tutto casertano in quest’ultimo atto della stagione 2015/16, di fronte Gladiator Sant’Erasmo e CUS Caserta, Gerardo Lieto e Guido Ventimiglia, due scuole di futsal che calcano lo stesso terreno di gioco ma diverse filosofio di gioco.

CRONACA – Pronti, via e i nerazzurri di casa si portano subito in vantaggio con Stigliano, ma Borrelli replica su punizione dopo pochi minuti. alla metà della prima frazione il sorpasso ospite con Servodidio, poi Cardillo prima del riposo porta il risultato sull’1-3, mentre intorno la folla pressa sulle reti del sintetico, mentre un cielo plumbeo crea non poche difficoltà ad attori e spettatori della contesa. Nella ripresa si attende la reazione dei locali, che si portano sotto con Stigliano, intanto piovono occasioni e gocce d’acqua come secchiate, tant’è che per qualche minuto si pensa ad una possibile sospensione. La veemenza dei sammaritani svanisce come le nuvole, cos√¨ ne approfittano i cussini con Borrelli e Cardillo che allungano al +3. Il tempo scorre veloce, Battista Russo tra i più attivi trova in Centore e nei legni degli strenui avversari, ci pensa Aiezza al 50′ a cercare il riavvicinamento, dopo aver stretto i denti per il secondo giallo che costa l’espulsione a capitan Di Lella. La dea bendata però sembra girare le spalle ai locali, osservando bene gli ospiti guidati da capitan Della Corte, autore di un fortunoso e audace gol per il momentaneo 3 a 6. Quattro giri di lancette alla fine, per il CUS Caserta sembra fatta, ma Lieto gioca la carta Francesco Russo con la maglia di movimento. A guidare la rimonta è D’Amico al 58‚Ä≤ col 4-6, intanto ai cussini tremano le gambe quando Stigliano sigla il 5-6 al 59′. La “Rampetta” è una bolgia, in campo si gioca a senso unico, è Battista Russo a far esplodere di gioia i suoi con la rete del pari allo scadere. Si va ai supplementari, Ventimiglia prova a risvegliare i suoi, ma Stigliano spegne le loro velleità grazie ad un cross deviato nella propria rete da Borrelli. Da l√¨ in poi sono solo olè della folla e qualche folata da un lato e dall’altro, il risultato non si schioda: il Gladiator Sant’Erasmo vola al triangolare verso la serie B.

POST GARA – Non sta nella pella mister Gerardo Lieto, che esce tra lacrime di gioia ed emozione: “Pensavo di svenire nel finale, mi è passata tutta la vita sportiva davanti, credevo che non ce l’avremmo fatta. E’ merito dei miei ragazzi, oggi con assenze importanti siamo riusciti a rialzarci e conquistare quello che volevamo”. Replica il tecnico Guido Ventimiglia: “Nulla da rimproverare ai miei, un gruppo giovane la cui spensieratezza e fisicità ci ha portato sin qui, forse proprio la gioventù ha fatto venir meno quel pizzico di esperienza per gestire la gara. Futuro? Non so cosa accadrà al CUS Caserta, ora voglio godermi un po’ di riposo”.

GLADIATOR S. ERASMO: De Vico, Nardiello, Aiezza, Russo Francesco, Vecchione, Di Lella, Russo Giovan Battista, Stigliano, Merola Giuseppe, D’Amico, Merola Alessandro, Di Pietro. Allenatore: Gerardo Lieto
CUS CASERTA: Centore, Mazzei, Servodidio, Potenza Pietro, Della Corte, Cappella, Borrelli, Crispino, Cardillo, Casella, Imparato, Potenza Vincenzo. Allenatore: Guido Ventimiglia
RETI: 3′ Stigliano (GS), 7′ Borrelli (C), 16′ Servodidio (C), 30′ Cardillo (C), 39′ Stigliano (GS), 41′ Borrelli (C), 48′ Cardillo (C), 50′ Aiezza (GS), 56′ Della Corte (C), 58′ D’Amico (GS), 59′ Stigliano (GS), 60′ Russo Giovan Battista (GS), 64′ pts Stigliano (GS)
ARBITRI: Ugo Ciccarelli di Napoli e Marco Bartoli di Nocera. Spettatori: 400

dall’inviato Paolo Addeo