Givova Scafati. Tracollo al Forum di Assago: l’EA7 trionfa

Con la salvezza matematica conquistata contro Varese, la Givova Scafati arriva un po’ mentalmente scarica alla sfida contro l’EA7 Emporio Armani Milano. La squadra di Ettore Messina stravince il match con un 99-77 arrivato abbastanza agevolmente, soprattutto nell’ultimo quarto.

Matteo Boniciolli, privo di Demetre Rovers che in settimana ha rescisso con la Givova Scafati, arriva a Milano confermando nel quintetto iniziale Mouaha, reduce da una bella prestazione contro Varese. Assenze anche per Ettore Messina che manda dal primo minuto in campo Guglielmo Caruso.

A Mouaha il compito di marcare i movimenti di Napier. In apertura è proprio Milano a siglare per prima, ma Robinson mette a segno tre tiri, ultimo in alley-oop, che porta Scafati sul +4. L’Olimpia riesce ad accorciare e Tonut, sul -2, conquista una giocata da tre che riesce a trasformare. Al possesso successivo, Schields ruba palla e Robinson commette fallo sull’azione di tiro. L’EA7 avanti sul +11 subisce subito il pareggio. A metà del primo quarto, Scafati non riesce a trovare il canestro: break di 7-0 di Milano che approfitta delle palle di transizione per allargare il vantaggio.

Boniciolli costretto al time-out: al ritorno in campo, Scafati ritrova il cotone con la tripla di Henry e Gamble che subisce fallo da Caruso. Dalla lunetta, però, il 45 fallisce entrambi i liberi. A 2′ 28” dalla fine del primo quarto, Scafati sotto di 7 punti e fa fatica a concretizzare le azioni. L’Olimpia, infatti, chiude gli spazi di inserimento, mentre i cinque gialloblu in campo non tentano i tiri dall’arco. Ala sirena, Milano acquisisce un nuovo massimo vantaggio, il +8 del 28-20.

Al rientro in campo le squadre sbagliato quattro tiri e il primo canestro del secondo periodo è di marca milanese. L’EA7 si porta sul +11 e subito dopo sul +13 grazie ai liberi trasformati da Bortolani dopo il fallo di Robinson. Dopo circa 3′ 30” Pinkins riceve su pick ‘n’ roll e trova i primi due punti del periodo. Botta e risposta Napier-Henry dall’arco. Il play alla terza tripla a segno personale e della Givova, che nonostante la fatica di andare al tiro dal pittato lesina a prendersi tiri dall’alta percentuale.

La Givova Scafari riesce a portare dalla sua l’inerzia e Messina chiama il time-out. Al ritorno in campo è ancora la guardia del Massachussetts ad allungare il vantaggio biancorosso. A lui si accoda anche Melli, che in lay-up sigla il +14. Con Robinson, però, si apre con un brek di 6-0 per Scafati, con due palle in transizione, che permette agli ospiti di mantenersi a galla. Sulla sirena, però, Milano ha la palla del +11, che Napier non fatica a trasformare in punti.

La ripresa e quindi il terzo quarto si apre con il canestro di Schields: tre punto che riportano l’Olimpia sul +14. Scafati prova a rispondere, ma non trova il canestro. Due falli di Henry consentono alla squadra di Messina di viaggiare per due volte alla lunetta, trovando quattro punti facili. Nell’intermezzo, però, una grande azione di Mouaha, che ruba palla e si invola verso il canestro in transizione. Con Milano sul +16, arriva un break di 6-0 per i padroni di casa. Scafati deve fare ancora i conti con le palle perse e Flaccadori ne approfitta per sugellare il nuovo massimo vantaggio: +22.

Al possesso successivo, Schields infrange il vantaggio e lo allunga arrivando al +22. Robinson con un tiro dall’arco accorcia subiti. A 2′ 40” Scafati pasticcia in due occasioni. Passaggi veloci per i gialloblu, che continuano a cercare i tiri dal pittato. Gentile serve Pinkins in controtempo e palla persa. Al possesso successivo ancora pasticcio per la Givova, che riesce, però, a raccogliere tre punti.

Milano risponde subito e nell’azione dopo stessa trama e stesso esito. A 40” dalla sirena Nunge conquista un’azione da tre che riesce a completare. Lunga e confusionaria azione negli ultimi secondi. Scafati gode di una rimessa, Gentile-Mouaha per la tripla a un centesimo dalla fine e la Givova resta in scia Milano. chiudendo sul 70-57 e dieci minuti da giocare.

Nell’ultimo quarto, però,, l’Olimpia Milano domina il campo, mettendo a segno punti e nuovi vantaggi. Scafati cerca di limitare i danni, ma manca di mordente. Il massimo vantaggio dell’EA7 arriva a +30, ma sul finale la Givova Scafati riesce ad arginare riducendo lo svantaggio a 22 punti.

Tabellino

EA7 Emporio Armani Milano-Givova Scafati Basket 99-77 (28-20; 21-18; 21-19; 29-20)

EA7 Emporio Armani Milano: Poynthress NE, Bortolani 2, Tonut 7, Melli 5, Napier 18, Ricci 3, Flaccadori 4, Caruso 10, Schields 20, Hines 9, Valentine 13, Voigtmann 8. Allenatore: Ettore Messina

Givova Scafati Basket: Cavaliere NE, Sangiovanni NE, Blakes NE, Gentile 6, Henry 20, Mouaha 5, Pinkins 16, Rossato 11, Robinson 12, Nunge 5, Pini 0, Gamble 2. Allenatore: Matteo Boniciolli

ph Credit: Legabasket.it