Il Giugliano vola in C, Mazzamauro centra la sognata promozione

Era dai tempi dell’Ercolanese, che il Alfonso Mazzamauro sogna e bramava la promozione nel campionato di Serie C. Nella città degli scavi non è stato possibile, quindi la decisione di trasferirsi a Torre Annunziata, tentando l’assalto ai professionisti con il Savoia. Dopo tre anni in cui sono arrivati solo play off e qualche delusione di troppo, soprattutto quella della prima stagione Covid con la promozione diretta del Palermo, Mazzamauro decide di salutare la piazza oplontina a vantaggio di quella giuglianese, proprio nella scorsa estate.

A Giugliano, la famiglia Mazzamauro, con staff al seguito, ha dato nuova linfa ad una piazza che, dopo la prematura scomparsa di Salvatore Sestile, stava vivendo un vertiginoso decadimento aiutato da dirigenze poco chiare e confusionarie, ultima quella di Pellerone, che si è chiusa con una retrocessione in Eccellenza e con il presidente lombrado che ha fatto la strada al contrario di quella di Mazzamauro, verso la città di Torre Annunziata.

Dopo una stagione al comando, ma che ha visto anche qualche caduta, il Giugliano quest’oggi ha conquistato la promozione in Serie C al termine del match contro Monterotondo Scalo, terminato con un pokerissimo gialloblù allo stadio Ottavio Pierangeli, casa dei laziali. Una promozione che porta la firma di Giovanni Ferraro, tecnico che ha allenato e gestito i tigrotti, una corazzata per la categoria che partita dopo partita si è imposta con merito nel girone G.

La stagione 2006/2007 segnò l’addio al professionismo per i tigrotti, che tornano in C dopo aver trascorso circa 15 anni, tra campi di Eccellenza, Serie D e inattività. Un risultato che sicuramente darà gioia anche alla famiglia Sestile, orgoglio della Giugliano calcistica e non.

LA PARTITA

Inizia la gara. Al 2′ offensiva del Giugliano, palla in angolo. Al 9′ destro di Gladestony, palla debole. Gara combattuta al 21′ ci prova il Giugliano, nulla di fatto. Un minuto più tardi occasione con De Rosa, tiro ribattuto. Al 26′ punzone di Cerone, si impegna Proietti Gaffi. Al 37′ sinistro sempre del numero 10 ospite, palla debole. Uno due micidiale del Giugliano che al 40′ e al 41′ va a segno con Ferrari. Finisce il primo tempo con il risultato di 2-0 per il Giugliano.

Inizia il secondo tempo. Il Monterotondo ci prova, mail Giugliano controlla. Al 7′ pinzi pene pericolosa della squadra di casa. Al 16′ azione personale di Boccia che trova Ferrari per il 3-0. Giugliano a un passo dalla promozione in Serie C. Finisce l’Agata senza nessun sussulto ulteriore. Il Giugliano vince 3-0 è in serie C.

Monterotondo: Proietti Gaffi, Calisto, Sganga, Esposito, Riccucci, Mattei, Santi, Potenziani, Tilli, Albanesi, Svidercovschi. A disposizione: Del Moro, Fiorucci, Marino, Sansotta, Meledandri, Ouedraogo, Baldassi, Capuano, Carosi. Allenatore: Giorgio Marcangeli.

Giugliano: Baietti, Boccia, Ceparano, Poziello Ciro, De Rosa, Ferrari, Cerone. Gladestony, Poziello Raffaele, Mazzei. A disposizione: Costanzo, Caiazzo, Abonckelet, Zanon, Biasiol, Scaringella, Emmanouil, Gomez,Kyeremateng. Allenatore: Giovanni Ferraro.

Marcatori: 40’pt Ferrari (G); 41’pt Ferrari (G); 16’st Ferrari (G)

Ammoniti:

Espulsi:

Recupero: 2’pt; 3’st.