Giugliano 1928. De Rosa la decide, espugnata Sassari

Inizia la gara. Al 7′ prima offensiva degli ospiti con Rizzo che supera un avversario e cerca la porta, palla di poco fuori. All’11’ Giugliano in vantaggio: cross di Gladestony che cerca e trova De Rosa il colpo di testa del centrocampista batte Salvato ed è 1-0. Al 24′ reazione della Torres con Rossi che cerca in area Diakitè, ma la difesa gialloblù sventa la minaccia. Al 35′ contropiede della squadra ospite con Cerone che cerca Rizzo, il tiro-cross dell’argentino si spegne sul fondo. La Torres spinge nel finale di ripresa ma non crea significativi pericoli alla difesa ospite. Al 47′, in rapida successione, prima Rizzo e Dopo Ceparano, si vedono ribattere dalla dalla retroguardia di casa due tiri verso verso a porta. Termina il primo tempo con il risultato di 1-0 per il Giugliano. 

Inizia il secondo tempo. Dopo soli trenta secondi, Diakitè di testa da due passi sfiora il pari per i padroni di casa. Al 3′ iniziativa personale di Oyewale che conclude di poco fuori. Fase combattuta della gara. Al 16′ è sempre Oyewale a involarsi verso la porta avversaria, il suo cross è però impreciso. Al 17′ punizione per la Torres con Scuotto, palla alta sopra la traversa. Al 33′ ancora i rossoblù con una punizione di Demartis, bravissimo Baietti. Sul capovolgimento di fronte Rizzo trova in verticale Abreu, para Salvato. Al 35′ sempre il numero 7 della Torres ci prova su punizione, il palo salva il Giugliano, sulla ribattuta il tiro di Rossi si perde alto. A 44′ calcio piazzato di Demartis, colpo di testa di Lisai, si supera Baietti che devia in angolo. Termina dopo cinque minuti di recupero la gara, primo successo per il Giugliano.  

Al termine della gara terminata con il risultato di 1-0 sul campo della Torres, grazie alla rete di Roberto De Rosa, sono arrivate le parole del nostro mister Giovanni Ferraro. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Siamo felici per questa vittoria, abbiamo giocato da squadra vera, unita e questo è l’aspetto più importante. Abbiamo offeso, ma anche saputo soffrire contro una compagine importante, in uno stadio pieno, bene così. Dedico la vittoria alla proprietà e tutti i dirigenti perché ci fanno lavorare nelle migliori condizioni possibili. Un pensiero va certamente a tutta la città di Giugliano e agli storici trenta tifosi che sono venuti qui a sostenerci a Sassari”.

L’allenatore ha poi continuato: “Noi sappiamo chi siamo e dove vogliamo arrivare. Dobbiamo fare il nostro percorso, lavorare con pazienza e serenità, felici ogni giorno e con il sorriso, perché siamo fortunati a fare ciò che più ci piace. Sui ragazzi non ho dubbi, alleno un gruppo di professionisti straordinari. Il nostro mirino è già puntato al futuro, mercoledì abbiamo una sfida di coppa importante contro l’Afragolese, poi l’Ostiamare che oggi ha ben pareggiato contro la Cynthialbalonga, dobbiamo guardare avanti”.

Infine ha concluso: “Potevamo chiuderla prima, siamo andati un po’ in debito di ossigeno nel finale, viste anche le assenze che abbiamo, ma i ragazzi sono stato encomiabili. Continuiamo un passo alla volta”.

Torres: Salvato, Rossi, Turket, Kujabi, Antonelli, Dametto, Sabatini (7’st Lisai ), Marsala (32’st Demartis), Scotto, Piredda, Diakite (18’st Ruocco). A disposizione: Garau, Ferrante, Bianchi, Mignogna, Mukay, Pinna. Allenatore: Alfonso Greco.

Giugliano: Baietti, Oyewale, Ceparano, Poziello C., De Rosa, Cerone, Rizzo (41’st Boccia), Gladestony, Caiazzo, Biasiol, Scaringella (27’st Abreu). A disposizione: Bellarosa, Mekki, Vivolo, Gentile, Cavaiola, Aruta, De Stefano. Allenatore: Giovanni Ferraro. 

Marcatori: 11’pt De Rosa (G); 

Ammoniti: 16’pt Antonelli (T); 19’pt Rizzo (G); 36’pt Biasiol (G); 40’pt Masala (T); 37’st Caiazzo (G);

Espulsi: 

Recupero: 3’pt; 5’st.