Genoa-Napoli 0-0. Le bocche di fuoco azzurre non tuonano a ”Marassi”

Su un campo dove il Genoa ha raccolto 9 dei suoi 11 punti, il Napoli non riesce ad andare oltre lo 0-0, mancando l’aggancio ad Inter e Fiorentina al comando della classifica con 24 punti. Grazie a questo pareggio la squadra di Maurizio Sarri sale a 22 punti, uno dietro la Roma, mentre i rossoblu si portano a 12. Il Napoli però ha provato a vincere la sfida e per farlo il tecnico aveva confermato i 10/11 della formazione tipo: il grande escluso è Lorenzo Insigne, rimasto inizialmente in panchina per far porto a Mertens al fianco di Higuain e Callejon nel tridente offensivo azzurro. Gasperini, invece, rinuncia a Izzo in favore di Figueiras. In avanti, Perotti e Laxalt a supporto di Pavoletti.

Gli ospiti si rendono subito pericolosi, al 5′ pallone lungo per Callejon, che si accentra da destra e calcia a giro col sinistro verso il palo lungo, ma Perin è attento e salva in angolo. Il Napoli manovra ma la squadra di Gasperini riesce a chiudere gli spazi e limitare gli avanti azzurri. Al 26′ però il Napoli va vicino al gol: pallone di Mertens verso il cuore dell’area piccola, ma Higuain arriva in ritardo di un soffio e manca il tap-in vincente. Due minuti dopo l’attaccante argentino chiede un calcio di rigore: ancora Mertens da sinistra serve Higuain, stavolta Burdisso trattiene in maniera leggera il Pipita, tutto regolare per l’arbitro Doveri. I rossoblu cercano delle azioni di alleggerimento soprattutto con Perotti ma non impensieriscono Reina, mentre al 32′ Callejon innesca Mertens in velocità con Perin che esce alla disperata e respinge il pallone addosso al belga, evitando anche il corner.

Il primo tempo si chiude a reti inviolate ma ad inizio ripresa il Napoli va in rete, ma viene annullata per fuorigioco: tiro di Hysaj deviato da Koulibaly, il pallone arriva a Callejon che impegna severamente Perin, sulla respinta si avventa proprio Koulibaly che insacca ma il gioco è fermo per fuorigioco dello spagnolo. Al 7′ bella azione ancora di Mertens, tra i più positivi della gara, che serve Higuain, buono il lavoro sul pallone in attesa dell’inserimento di Hamsik, ma lo slovacco è in controtempo sul servizio del Pipita e sulla ripartenza Pavoletti spedisce fuori di poco. Al 9′ Ansaldi salva il Genoa: Mertens serve Higuain che gira a rete da ottima posizione ma trova l’opposizione dell’ex giocatore dello Zenit.

Al 13′ ancora Napoli vicino al vantaggio. Insigne, entrato al posto di Mertens, si lancia in velocità verso l’area rossoblù, si allarga sulla destra dove c’è Callejon, lo spagnolo calcia in diagonale spedendo di poco fuori. Insigne illumina la scena e al 31′ offre una palla in area ad Hamsik che calcia di prima intenzione ma non colpisce bene e Perin devia. A tempo scaduto ancora il portiere del Genoa protagonista: punizione di Gabbiadini, da poco entrato, con pallone deviato in barriera ma è ottimo il riflesso del portiere rossoblù che cambia direzione e salva il risultato.

Condividi