Gelbison. Esordio al Morra per Martino: “Siamo carichi, ma attenzione alla Fidelis”

Domenica pomeriggio la Gelbison scenderà in campo per giocare la prima di campionato in casa contro la Fidelis Andria. La squadra rossoblù partirà con un deficit nella rosa, vale a dire senza Varela, fermo ai box per un infortunio, ma ormai rientrato in gruppo.

Sarà un esordio per il tecnico Alessio Martino, che dopo gli anni di Eclanese calcherà i campi del campionato interregionale: “Si sa che nel calcio quando arriva un allenatore giovane, come me, si è sempre sotto l’occhio del ciclone. Io continuerò a lavorare con la personalità che mi contraddistingue e che mi ha accompagnato in questi sei anni”.

Nel pomeriggio seduta di allenamento, prima della rifinitura di domani: “Sono pienamente soddisfatto, ci siamo completamente catapultati nella settimana che porta alla prima di campionato, quella che conta. Non che la Coppa fosse da prendere sotto gamba, ma questa partita è la prima di quelle che portano i punti e per noi è importate fare bene nel campionato. Abbiamo lavorato molto sia mentalmente che fisicamente, abbiamo studiato gli avversari e ora siamo ai dettagli”.

Per quel che riguarda la rosa: “Varela ha recuperato dall’infortunio, ma lo terrò fuori per precauzione. Ci sono altri calciatori febbricitanti che si sono ripresi tra ieri e oggi. Per quel che riguarda invece i nuovi arrivati sono un difensore centrale classe 2000 del Pavia, spero che non sia indietro nella forma. Il secondo è un 2001, Crescenzo Christian Difficile attaccante, entrambi saranno disponibili dalla prossima settimana”.

Martino, comunque, tiene lo sguardo puntato sulla Fidelis Andria, alzando la guardia: “L’Andria è una squadra che certamente potrà ambire a grandi traguardi perchè ha una rosa davvero importante. Cristaldi e non solo lui, quindi non c’è bisogno che lo presento. Cercheremo di fare del nostro meglio”.

Cristina Mariano

Condividi