Futsal Bisceglie. Amoroso: “Uno stop non deve bloccare il nostro lavoro”

BISCEGLIE ‚Äì Dopo un mese e mezzo di imbattibilità il Futsal Bisceglie cade nuovamente in casa, tutte al PalaDolmen le tre sconfitte stagionali, ad opera del Giovinazzo. L’emotività del dopo gara poteva portare a valutazioni sovradimensionate; ma a 48 ore dal match, l’esperienza tecnica e la pacatezza nei giudizi del preparatore dei portieri neroazzurri, Ruggiero Amoroso, rappresenta una garanzia.

Credo che non si sia giocato male ‚Äì esordisce Amoroso ‚Äì anche se non abbiamo portato punti a casa. Il passo era quello giusto, considerando che durante le feste abbiamo fatto carichi di lavoro importanti. Abbiamo creato tantissime palle gol, forse abbiamo pagato dazio nei tempi delle giocate. Sia nel 3 conto 1, che con il quinto di movimento ‚Äì continua ‚Äì le azioni sono state fluide sin quando non le abbiamo compromesse toccando la palla una volta di troppo. Anche l’intensità è stata quella giusta, considerando poi che non si gioca mai da soli e che i derby sono sempre imprevedibili. Complimenti a Di Capua per la prestazione, cosi come al nostro Dibenedetto, che ancora una volta si è disimpegnato egregiamente.

Al gran finale di 2013 ha fatto da contraltare la beffa nel nuovo anno, Purtroppo la sosta non è arrivata al momento giusto per noi ‚Äì dice il preparatore dei portieri biscegliesi ‚Äì che eravamo in serie positiva e con il morale alto. Queste sono variabili che spesso risultano importanti, ma sono convinto che uno stop non deve bloccare il nostro lavoro. Bisogna continuare a fare bene in allenamento ed alla fine il risultato sarà quello da noi desiderato. Il progetto è positivo, sabato c’è stato un grande riscontro di pubblico composto da tifoserie di entrambe le fazioni. Questo per noi deve essere grande motivo d’orgoglio, perch√© vuol dire che si è creato il giusto interesse attorno alla squadra ed al movimento calcio a cinque a Bisceglie dopo i fasti della serie A.

Ufficio stampa Asd Futsal Bisceglie

foto: Nicola Mastrototaro

Condividi