Francesco Mango fra passato e futuro: “Deluso da San Giorgio, a Pompei grazie ad una chiamata”

Fra il passato che prende il nome di San Giorgio a Cremano e un futuro che si tinge di rosso e blu, come quello dei nuovi sediolini dello stadio “Vittorio Bellucci” di Pompei, il dirigente Francesco Mango, che viene dalla retrocessione con i sangiorgesi in eccellenza, si è raccontato alla nostra redazione.

“Ho provato in tutti i modi a salvare il San Giorgio ma adesso lascio la cittá verso nuovi orizzonti. San Giorgio a Cremano mi è molto cara, ma, soprattutto l’amministrazione, ha dimostrato di non volere continuare a fare calcio. Piú volte ho cercato di mediare con loro parlando pubblicamente ma mai nessuno, nè il sindaco ne assessori o altri, si sono messi in contatto con il sottoscritto per intavolare un qualcosa – ha detto Francesco Mango -. Perchè la scelta di andare a fare calcio a Pompei? Diciamo che ho ricevuto una chiamata che ha stuzzicato in me interesse nell’operare in una cittá comunque impregnata di storia e fascino. La squadra porterá il nome della cittá, si chiamerá FC Pompei”.

Una scelta dolorosa quella di andar via da San Giorgio, ma anche dovuta: “Vado via a mal in cuore e anche con delusione. Chi di dovere si è interessato minimamente”. Poi siamo passati al nuovo FC Pompei, sullo staff, sulla nuova dirigenza e sul nuovo stadio: “Sará tutto nuovo, ci saranno volti nuovi. Nessuno della vecchia gestione rimarrá. Vado a Pompei, in uno stadio nuovo e dai colori a me cari, il rosso e il blu, con l’obiettivo di fare un campionato di vertice, per risalire la china. Il nuovo stadio ci aiuterá a fare grandi cose”.

In ultimo due battute sulle prossime tappe: “Settimana prossima ci sará la presentazione ufficiale in cui illustreremo i prossimi step di questo nuovo progetto chiamato FC Pompei”.