Folgore Massa. Vittoria senza intoppi, KO all’Ischia

Continua senza intoppi la marcia strepitosa della Folgore Massa, sempre più roster schiacciasassi del girone H2 di Serie B. Al Palatigliana di Sorrento, la squadra guidata dal mister Nicola Esposito rifila un rotondo 3-0 a Ischia che riesce a fare partita pari soltanto nel primo set (25-22) con la complicità di qualche errore di troppo del sodalizio padrone di casa. Con il trascorrere dei minuti, i meccanismi della corazzata costiera diventano sempre più oliati, e sale il livello di Sorrenti e Lugli, con quest’ultimo che alla distanza vince il duello tra opposti con il grande ex Giuseppe Scialò (24-17 per il numero 5 in maglia Folgore). Sorrenti si trasforma in cecchino dai 9 metri (3 ace, 2 consecutive a fine secondo parziale), poi Lugli chiude tutto per il 25-15. Regna l’equilibrio fino a metà terzo set, poi Pontecorvo in seconda linea rafforza la fase difensiva, mentre l’efficacia a muro diventa un punto di svolta: 3 di fila griffati Lugli e Deserio, ed il 25-19 è servito. La Folgore fa 9 su 9, sempre più leader incontrastata del raggruppamento con ben 7 lunghezze di vantaggio su Marigliano.

Coach Nicola Esposito parte con capitan Aprea in diagonale con Lugli, Sorrenti e L. Esposito in posto 4, Deserio e Pilotto centrali, Denza libero. Ischia risponde con Galia-Scialò, Scotto Di Marrazzo-Pacelli, Minuti-Ielasi, Ferrandino libero.

PRIMO SET. Pilotto fa subito la voce grossa su Scialò, L. Esposito non perdona, quindi Lugli piazza il 4-3 con una bordata sulla riga di fondo. Sorrenti incrocia dopo la gran difesa di Denza, poi neutralizza Scialò permettendo a Lugli di andare nuovamente a segno di potenza (7-6). Pilotto è chirurgico in primo tempo, L. Esposito va a segno da zona 4 con la Folgore che prova a scappare (12-10). Ischia non ci sta (12-13), e prima Lugli da posizione defilata ed un muro di Deserio su Ielasi ristabiliscono le gerarchie (14-13). Il punteggio segue il cambio palla: strepitosa difesa di Pontecorvo (in rotazione di seconda linea) su Scialò, Aprea non riesce nella magia di seconda, ma poi va no look per Lugli che piazza il 16-15. Pilotto piazza un ace 5/1 spazzolando l’incrocio delle righe, quindi due punti di fila di Lugli sembrano mettere la parola fine al primo set (21-18). Sorrenti risponde a Pacelli, Denza in bagher per la bomba di Lugli (9 personali nel parziale). Cuccaro entra per Aprea dando più centimetri sotto rete. Ischia torna sotto con la forza della disperazione (23-22), ma Deserio di giustezza ed un’incomprensione tra Galia e Ielasi regalano il primo set ai biancoverdi.

SECONDO SET. Gli isolani provano a mettere subito il muso avanti (1-2), ma arriva subito il perentorio break Folgore: L. Esposito premia la parabola perfetta di Aprea, poi Lugli trova due punti di fila con un attacco sontuoso seguito da un servizio vincente (4-2). Deserio risponde a Scialò (6-4), quindi c’è il più bel punto della partita: Ischia salva come può su Lugli e Pilotto, poi la parallela esterna dell’opposto costiero non trova opposizione ed è 9-5. Sorrenti premia la ricezione di Denza, e poi trova l’ace togliendo la polvere dalla riga di fondo in zona 6. Entra Pontecorvo per L. Esposito, ed è subito chiamato agli straordinari con Sorrenti che finalizza senza troppi fronzoli. Scialò batte in mezzo alla rete, quindi Denza recupera in tuffo un pallone impossibile, Aprea non ci pensa un attimo e mette in cassaforte per Lugli (21-14). Sorrenti è una sentenza dai 9 metri: prima piega le mani di Trani, poi inventa un servizio arrotato che cade dolcemente sulla riga esterna. (23-14). Lo stesso martello ex Fano si ripete in pipe con inaudita violenza e poi chiude il solito Lugli per il 25-15.

TERZO SET. Pilotto alza la saracinesca a muro, Lugli non trova le misure del campo mentre una doppia difesa di Denza viene premiata dalla zampata vincente di L. Esposito (2-2). Ischia fa valere i centimetri sotto rete (2-4), ma un break pesante di marca biancoverde fa capire subito che gli uomini di coach Esposito non vogliono cali di concentrazione: Lugli scardina il muro a 2 isolano, quindi il roster di Mattera va in apnea sotto i colpi costanti di Lugli e L. Esposito e perde lucidità. Sorrenti ringhia su Scialò, poi L. Esposito difende sulla bordata dell’opposto ischitano con Sorrenti che trova il block-out del 6-4. Sorrenti e Scialò senza esclusione di colpi, Ischia rientra sul 10-10 ma la capolista mette il piede sull’acceleratore procedendo spedita verso il traguardo. Lugli timbra ancora il cartellino, Deserio in sospensione trova un primo tempo siderale con Sorrenti che cerca e trova la riga per il 15-12. Pontecorvo serve di un soffio out, Sorrenti sale in cielo da zona 3 mentre Pilotto va a memoria dove Aprea sa già dove trovarlo (17-13). La Folgore non si ferma: Lugli estrae dal cilindro un lungolinea fantastico, Sorrenti piazza un diagonale strettissimo, e poi ancora Lugli va con astuzia alle spalle del muro ischitano (20-14). I padroni di casa allentano la tensione (20-18), ma ci pensa subito Sorrenti a frenare l’emorragia sul suggerimento in bagher di Pontecorvo (21-18). Ielasi serve oltre la riga di fondo, poi coach Esposito inserisce Miccio per Pilotto, puntando sul fattore sorpresa dai 9 metri. Ischia fa fatica, Lugli vince il duello a muro con il posto 2 avversario Scialo, quindi 2 monster block di fila firmati Deserio regalano 3 punti alla Folgore che comanda a punteggio pieno con 27 punti in 9 gare.

SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA – AS ISCHIA PALLAVOLO 3-0

SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA: Aprea, Lugli 24, Sorrenti 16, L. Esposito 6, Deserio 6, Pilotto 6, Denza (L). Cambi: Pontecorvo, Cuccaro, Miccio. N.e.: Grimaldi. All: Esposito.

AS ISCHIA PALLAVOLO: Galia 2, Scialò 17, Scotto Di Marrazzo 1, Pacelli 4, Minuti 1, Ielasi 5, Ferrandino (L). Cambi: Trani 1, Scordino. N.e.: Cannovo, Tarallo, Di Costanzo, Castagliuolo (L). All: Mattera.

Ace: 5-1. Battute Sbagliate: 9-10. Muri: 6-5.

Giovanni Minieri
Ufficio Stampa e Comunicazione
ShedirPharma Folgore Massa