Fiorentina. Un anno senza Astori: “Sempre nei nostri cuori”

“Davide Astori è un capitano che ha dato frutti da vivo ma anche da morto: con il suo ricordo vivo in tutti dà ancora frutti”: lo ha detto don Gianluca Brescianini nell’omelia della Messa celebrata questa mattina nella chiesa parrocchiale di San Pellegrino per ricordare, a un anno dalla morte, Davide Astori, capitano della Fiorentina. Tanti gli amici arrivati da Firenze. La cerimonia è stata voluta dalla famiglia Astori, da papà Renato, mamma Anna, i fratelli Marco e Bruno, la compagna del giocatore Francesca che lo rese padre tre anni fa di Vittoria. Oltre a loro in chiesa anche alcuni compagni di squadra della Fiorentina e dirigenti che ieri si sono fermati a Bergamo dopo la partita. Gremita la chiesa. I compagni di squadra hanno poi deposto una corona di fiori sulla tomba del capitano.

Una messa quasi intima, al suo paese, con la famiglia, gli ultimi compagni, gli amici, ha suggellato un fine settimana dedicato al ricordo di Davide Astori, nel primo anniversario della tragica e improvvisa scomparsa. “Continuate a ricordarlo” è il desiderio espresso dai genitori del capitano della Fiorentina in una lettera aperta e certo a quanto si è visto e sentito in tutti gli stadi di serie A in questo weekend avrà tolto loro ogni dubbio, tanti sono stati i messaggi di affetto e commozione espressi in campo e sugli spalti ogniqualvolta, al 13′, compariva sui maxischermi il volto dell’amato figlio. “Davide è un capitano che ha dato frutti da vivo ma anche da morto: con il suo ricordo vivo in tutti dà ancora frutti”, ha detto don Gianluca Brescianini nell’omelia della cerimonia voluta dalla famiglia Astori, da papà Renato, mamma Anna, dai fratelli Marco e Bruno, dalla compagna del giocatore Francesca che lo rese padre tre anni fa di Vittoria.

Oltre a loro in chiesa i compagni di squadra della Fiorentina e i dirigenti che si sono fermati a Bergamo dopo la partita con l’Atalanta. Gremita la chiesa, poi in tanti si sono recati al cimitero dove Davide riposa, e i compagni viola hanno deposto una corona di fiori sulla tomba del loro capitano. Nell’anniversario, innumerevoli i messaggi di ricordo e affetto espressi sui social da colleghi-amici, club e istituzioni.

Condividi