Fidelis Andria-Ischia 1-2. Impresa gialloblù, isolani passano al “Degli Ulivi”

Un’Ischia eroica espugna per la prima volta nella storia il Degli Ulivi di Andria. Nonostante le tante assenze, gli uomini di mister Bitetto riescono a rimontare la rete iniziale dei pugliesi siglata nel primo tempo da Kristo grazie ai sigilli di Kanoute e Florio. I gialloblù scendevano in campo con un 4-3-2-1: difesa composta da Florio e Armeno come esterni bassi, coppia difensiva formata da Filosa e Patti, non al 100%. In mediana, Meduri con Izzillo e Palma nel ruolo di interni, in avanti Orlando viene supportato dal rientrante Mancino e Calamai.

Sin dai primi minuti, i padroni di casa prendono in mano le redini del match. Al 7‚Ä≤, Morra viene anticipato in uscita da Iuliano. Passano tre minuti e Kristo chiama all’intervento Iuliano che si rifugia in corner. Al 18‚Ä≤ i pugliesi passano: Morra serve Kristo che in area di rigore salta un avversario e mette la palla alle spalle di Iuliano, beffato da una deviazione. Dopo la rete dello svantaggio, l’Ischia alza il baricentro. Al 30‚Ä≤ Calamai, da posizione defilata, calcia trovando pronto Poluzzi. Passano cinque minuti e Iuliano blocca in due tempi una punizione calciata dallo specialista Strambelli. A pochi minuti dalla fine della prima frazione, ghiotta occasione per Mancino che da buona posizione calcia debolmente con la sfera che termina tra le braccia del portiere federiciano.

Ad inizio ripresa, il tecnico Bitetto ridisegna l’Ischia con un 4-3-1-2, gettando subito nella mischia Kanoute che prende il posto di Palma. I gialloblù sono più intraprendenti e al 60‚Ä≤ trovano il pari con il neo entrato Kanoute che si fionda sulla respinta di una conclusione di Calamai e con un piattone beffa Poluzzi. Il senegalese esulta esponendo una t-shirt con dedica alla nonna. I padroni di casa accusano il colpo con gli isolani che prendono coraggio e a venti dal termine completano la rimonta con l’ischitano doc Florio che lasciato colpevolmente solo insacca la palla alle spalle del portiere pugliese. L’Ischia spinge ancora sull’acceleratore e al 75‚Ä≤ sfiora il tris con una conclusione di Orlando che lambisce il palo alla sinistra di Poluzzi. Negli ultimi quindici minuti, i pitecusani si difendono con ordine, rischiando poco o nulla. L’Ischia ottiene i primi tre punti lontano dal Mazzella, una vittoria meritata per gli uomini di Bitetto che li proietta a quota 14 punti in classifica.

FIDELIS ANDRIA-ISCHIA ISOLAVERDE 1-2

FIDELIS ANDRIA: Poluzzi, Tartaglia, Cortellini, Aya, Bisoli (36’st Bangoura), Stendardo, Capellini (12’st Matera), Piccinni (44’st Cianci), Kristo, Strambelli, Morra. A disp.:Cilli, Vittiglio, Paterni, Fissore, Ferrero, Alhassan. All. D’Angelo.

ISCHIA ISOLAVERDE: Iuliano, Florio, Patti (47’st Savi), Filosa, Izzillo, Meduri (40’st Guarino), Armeno, Palma (1’st Kanoute), Orlando, Mancino, Calamai. A disp.: Mirarco, Bargiggia, Manna. All.Bitetto.

ARBITRO: Marco Piccinini di Forlì (Ass. Agostino Maiorano di Rossano e Fernardo Cantafio di Lamezia Terme)

MARCATORI: 18’pt Kristo, 15’st Kanoute, 25’st Florio.

NOTE: Spettatori 2.200 circa di cui una 40 ospiti. Ammoniti: Filosa (I), Kanoute (I), Meduri (I), Cianci (FA). Angoli: 7-6 per la Fidelis Andria. Recupero: 0’pt- 7’st.

Condividi