FF Napoli C5. Recupero col Piazza Armerina, Basile: “Avversario insidioso”

Dopo il rinvio della gara di venerdì scorso contro il Gear Siaz Piazza Armerina per alcune positività al Coronavirus tra le fila ospiti, domani alle 16.30 il Napoli torna in campo proprio tra le mura dei siciliani per il recupero della quinta giornata. I padroni di casa sono noni a quota 12 nel girone D di A2, nella finestra di riparazione hanno salutato Zè Renato ed abbracciato l’ex San Giuseppe Favero ed il laterale Paiva, e sono reduci dalla sconfitta per 4-0 a Regalbuto del 9 febbraio. Gli azzurri contro il collettivo di Paniccia hanno guadagnato i 42 punti e vanno a caccia di ulteriori tre ancora senza gli acciaccati Turmena ed Amirante e lo squalificato Renoldi. L’incontro, in diretta sulla pagina Facebook dei partenopei, sarà arbitrato da Luigi Alessi (Tauranova), Davide Zingariello (Prato) mentre il crono sarà affidato a Francesco Quartaronello (Messina).

“In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di allenarci con continuità – esordisce in conferenza stampa il tecnico Basile, – siamo pronti per affrontare questa trasferta insidiosa e proseguire nel nostro cammino. Non conosciamo l’avversario dato che sarà la prima volta in cui ci giocheremo contro, e loro hanno anche cambiato molto negli ultimi mesi, e il campo è forse tra i più piccoli dell’intero raggruppamento. Pensiamo a sfoderare un’ottima prestazione, ora le partite sono tutte difficili perché tutte le squadre lottano per il proprio obiettivo e bisognerà dare il 110%. Foglia? Adriano si sta mettendo a completa disposizione, gli abbiamo preparato un percorso fisico che lo potrà condurre ad una condizione ottimale. Su questi campi si gioca poco a futsal, tutto sulle seconde palle e l’attenzione sui dettagli alla fine fa la differenza. Saremo pronti anche a questo, lo sappiamo bene, benché possano risultare poco consoni alla disciplina. Legge dei grandi numeri? Prima o poi capiterà una flessione, speriamo più poi che prima. Vero che pur quando si è vinto con il minimo vantaggio i ragazzi hanno strameritato, questo ci fa onore e ne siamo orgogliosi. Dobbiamo andare avanti fino alla fine per tagliare il nostro traguardo”.