Feldi Eboli stende i campioni d’Italia, poker al Pesaro

La Feldi Eboli chiude l’anno nel miglior modo possibile, battendo al Palasele di campioni d’Italia dell’Italservice Pesaro per 4-1. Samperi alla vigilia aveva chiesto una grande difesa ai suoi e le volpi dopo essersi portate in vantaggio di due reti già nel primo tempo, resistono per tutta la ripresa agli assalti degli uomini di Fulvio Colini sfruttando alla grande le ripartenze.

Dal Cin, Venancio, Caponigro, Calderolli, Braga il quintetto delle volpi. Putano, Tonidandel, Fortini, De Oliveira, Schiochet, le scelte di Colini. Dopo un inizio equilibrato è Guilhermao dopo 5 minuti di gioco ad impegnare Putano. Passa una manciata di minuti e Pesaro sale in cattedra portandosi in vantaggio con uno schema su calcio di punizione. De Oliveira su tocco del compagno batte Dalcin. La Feldi incassa la rete ma non si scompone e si riversa in avanti.

Calderolli tra i più pericolosi, una sua finta inganna il difensore avversario che lo stende in area ed è rigore per le volpi. Sul dischetto va Venancio che non sbaglia, è 1-1. Passano tre minuti e i rossoblù si portano in vantaggio con Lucas Braga che sotto porta buca Putano e fa 2-1. Sull’onda dell’entusiasmo, sospinte dal Palasele, i ragazzi di Samperi non si fermano e trovano le rete del 3-1, ancora con Venancio che con un tiro chirurgico batte il portiere avversario. Pesaro ci prova ma non riesce a bucare la porta rossoblù, si va a riposo sul 3-1 per i padroni di casa.

Nella ripresa mister Colini decide di schierare sin da subito il portiere movimento, con il pressing dei marchigiani che dura ben 8 minuti ma senza sortire effetto se non una traversa colpita da De Oliveira. La gara ha un ritmo quasi ipnotico con il Pesaro che pressa le volpi grazie alla superiorità numerica del portiere di movimento e i rossoblù che si difendono col coltello tra i denti tentando di sfruttare le ripartenze.

L’occasione arriva a 2 minuti dalla fine quando Calderolli recupera palla, si lancia in avanti e serve Luizinho che a porta sguarnita fa 4-1. Il canovaccio resta lo stesso fino al termine della gara, con tanti falli e ritmi serratissimi ma i ragazzi di Samperi riescono a spuntarla e chiudere il 2022 nel migliore dei modi.

Il 2023 è alle porte e le volpi partono ancora in corsa su tutti e tre i fronti (campionato, coppa italia, coppa divisione), con un ritrovato entusiasmo dopo due vittorie di fila e la possibilità di avere qualche giorno in più per riposare prima di rituffarsi in un mese di gennaio che presenterà derby come quello con la Sandro Abate e la trasferta amarcord per Samperi sul campo del Meta Catania.

FELDI EBOLI-ITALSERVICE PESARO 4-1 (3-1 p.t.)
FELDI EBOLI: Dal Cin, Venancio, Caponigro, Calderolli, Braga, Vavà, Guilhermao, Fantecele, Luizinho, Baroni, Restaino, Pasculli. All. Samperi

ITALSERVICE PESARO: Lopez, Tonidandel, Fortini, De Oliveira, Schiochet, Ugolini, Kytola, Pires, Canal, Dalcin, Cianni, Putano. All. Colini

MARCATORI: 7’31” p.t. De Oliveira (I), 10’11” rig. Venancio (F), 12’38” Braga (F), 16’09” Venancio (F), 17’52” s.t. Luzinho (F)

AMMONITI: Schiochet (I), De Oliveira (I), Putano (I)

ARBITRI: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Fabio Pozzobon (Treviso), Fabrizio Andolfo (Ercolano) CRONO: Carmine Genoni (Busto Arsizio)