Feldi Eboli, KO col Riga e addio Champions League

Il Città di Eboli è matematicamente eliminato dalla UEFA Futsal Champions League. Le volpi ebolitane cadono contro i padroni di casa del Riga per 5-4, dopo esser stati sempre in vantaggio e puntualmente rimontati, gli uomini di Salvo Samperi cedono a 30 secondi dal termine sotto i colpi di Ricardinho, il talento portoghese, che segna il gol decisivo che condanna i rossoblù.

Un primo tempo dalle mille emozioni con i padroni di casa a creare il primo pericolo con Thalles, a cui fa seguito pochi minuti dopo un’occasione per il solito Calderolli che con un delizioso pallonetto mette la palla di poco a lato. Dopo 5 minuti le volpi trovano la rete che sblocca la gara grazie ad un eurogol del capitano Carlos Dalcin che calcia da fuori area e la mette nel sette, 0-1. Pochi secondi e Carioca va vicino al raddoppio. Il Riga prova ad affidarsi al talento di Ricardinho, ma il protagonista è ancora Dalcin che compie una fantastica doppia parata nella stessa azione prima su Thalles e poi su Vargas. Eboli gioca bene e trova il raddoppio con Venancio che si inserisce alla grande sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Marinovic, è 0-2. La gara sembra prendere la via giusta per Samperi e i suoi ma il Riga, sospinto dal pubblico di casa, tira fuori l’orgoglio e con il coltello tra i denti trova prima il pareggio con un gran gol di Thalles, che mette a sedere due giocatori rossoblù, poi il pareggio con Rimkus. Dopo il momento di sbandamento gli ebolitani si ricompattano e riescono a riportarsi in vantaggio. Baroni si procura un calcio di rigore e dal dischetto Igor Carioca non sbaglia, complice un intervento impacciato del portiere avversario. Nel finale ancora decisivo Dalcin, si va a riposo sul 2-3.

In apertura di ripresa Thalles, tra i più attivi della formazione lettone si procura un rigore per il Riga. Entra Montefalcone al posto di Dalcin ma il portiere delle volpi non riesce a fermare il tiro dal dischetto dello stesso Thalles, è 3-3. Una manciata di minuti e le volpi tornano ancora avanti, con la doppietta di Venancio che segna una rete in fotocopia con il suo primo gol inserendosi alla perfezione sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’accoppiata Thalles-Rimkus continua a seminare panico e Dalcin deve ancora fare gli straordinari per fermare le sortite degli azzurri di Riga. E’ proprio Rimkus poco dopo la metà della ripresa a trovare un gran gol dalla distanza dopo aver rubato palla a Braga e calciando con una rasoterra imparabile per Dalcin, è 4-4. Il Riga costruisce altre clamorose palle gol ma è sempre l’ultimo baluardo rossoblù, Carlos Dalcin, a dire di no alle sortite lettoni. A meno di tre minuti dal termine Samperi gioca la carta del portiere di movimento per cercare una vittoria fondamentale ma, a 30 secondi dal termine è proprio l’idolo di casa e simbolo del futsal internazionale, Ricardinho a trovare la rete del 5-4 segnando dalla distanza a porta vuota.

Sulla rete del talento portoghese si spengono le speranze delle volpi ebolitane che vengono matematicamente eliminate dalla competizione con un turno d’anticipo. Con il Riga che raggiunge quota 6 punti e il Barcellona che nel pomeriggio si è sbarazzato per 7-0 dell’Etoile Lavoilles, i catalani salgono a quota 4 mentre il Città di Eboli resta a 1, con i francesi che restano a 0.

Sabato ci sarà l’ultima sfida contro i campioni di Francia, con mister Salvo Samperi che chiede ai suoi di onorare l’impegno fino in fondo:

“E’ stata una partita strana, avevamo approcciato nel migliore dei modi esprimendo un ottimo gioco, poi purtroppo abbiamo commesso molti errori che ci hanno penalizzato. Sabato proveremo a vincerla, perchè queste partite sono speciali e ogni gara va onorata, non capita a tutti nella vita sportiva di giocarsi un Elitè Round di Champions League”, chiosa il mister rossoblù.