F1 Ferrari. Montezemolo tuona: “Non mi sta bene quanto visto ieri”

”Non mi sta bene una Ferrari come quella che ho visto ieri in gara”. Il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, non usa mezze misure dopo il Gp d’Ungheria. Nell’ultima gara prima del break estivo del Mondiale, il Cavallino si è dovuto accontentare del quinto posto ottenuto da Fernando Alonso. Montezemolo, come si legge sul sito Ferrari, è stato molto chiaro quando ha aperto di buon’ora la riunione con il team principal Stefano Domenicali e i tecnici della scuderia all’indomani del Gp dell’Hungaroring deludente soprattutto sul piano della prestazione. Il presidente, quindi, ha chiesto un immediato cambio di registro per riprendere già a partire da Spa a lottare per la vittoria, com’era accaduto fino al Gran Premio del Canada.

Montezemolo ha chiesto una svolta al team: ognuno dei tecnici presenti alla riunione ha ricevuto in ‘omaggio’ un coltello e un invito – metaforico ma fino ad un certo punto – a metterselo fra i denti pensando all’approccio alla seconda metà del campionato. Secondo il sito del Cavallino, ”non è certo questo il momento di mettersi a discutere su chi sia responsabile di questa o quella decisione, anche perch√© tutto è possibile con nove Gran Premi ancora da disputare. Ci sono i punti disponibili e il potenziale per conquistarne abbastanza per vincere e Montezemolo sta facendo di tutto per assicurare alla squadra risorse e sostegno, come dimostra l’annuncio dell’arrivo a Maranello dalla Lotus di James Allison gia’ a partire dal prossimo 1¬∞ settembre. Bisogna pero’ serrare le fila, senza lasciarsi andare a sfoghi che, pur comprensibili nell’immediatezza di un risultato negativo, non giovano a nessuno”.

Montezemolo ne ha anche per Alonso che si è lamentato per le prestazioni della monoposto chiedendo ‘in regalo’ un’altra macchina. ”A tutti i grandi campioni che hanno guidato per la Ferrari è sempre stato chiesto di anteporre gli interessi della squadra a quelli personali”. Le parole di Alonso, si legge sul sito del Cavallino, ”non sono piaciute n√© a Montezemolo n√© a tutta la squadra. Cos√¨, quando stamattina Montezemolo ha chiamato il pilota spagnolo per gli auguri di compleanno gli ha anche tirato le orecchie, ricordandogli che ”a tutti i grandi campioni che hanno guidato per la Ferrari è sempre stato chiesto di anteporre gli interessi della squadra a quelli personali. Questo è il momento di rimanere calmi, evitare polemiche e dare con umiltà e determinazione il proprio contributo, stando vicino, in pista e fuori, alla squadra e ai suoi uomini”. (adnkronos)

Condividi