Empoli-Napoli Femminile 1-3. Remuntada azzurra, vittoria per la salvezza

EMPOLI-NAPOLI FEMMINILE 1-3

EMPOLI (3-4-1-2) Ciccioli; De Rita, Knol, Maya; Monterubbiano (dal 17′ s.t. Nocchi), Bardin (dal 25′ s.t. Bellucci), Silvioni (dal 31′ s.t. Nichele), Oliviero; Tamborini; Bragonzi, Dompig (Cappelletti, Sacchi, Brscic, Morreale, Cinotti, Nichele, Nicolini). All.: Ulderici

NAPOLI FEMMINILE (4-3-3) Aguirre; Garnier, Golob, Di Marino, Abrahamsson; Sara Tui, Errico (dal 15′ s.t. Severini), Mauri (dal 31′ s.t. Awona); Erzen (dal 28′ p.t. Pinna), Soledad, Goldoni (Chiavaro, Toniolo, Colombo, Caputo, Penna, Gallo). All.: Domenichetti

MARCATORI: Tamborini 10′ (E), Soledad 45′, Goldoni 47′ p.t., Pinna 27′ s.t.
ARBITRO: Petrella di Viterbo (Bonomo-Iacovacci/Giordano)
Note: giornata primaverile, terreno in perfetto condizioni. Amm.: Silvioni (E), Soledad (N). Rec.: 2′ p.t., 5′ s.t.

Il Napoli Femminile cala il tris ad Empoli e dimostra di essere ancora vivo. La squadra del presidente Carlino può restare in A a patto di battere nell’ultima giornata il Pomigliano in un derby fratricida che determinerà la retrocessione di una delle due squadre campane. In rimonta e meritato il successo conseguito dalle azzurre in Toscana con Soledad, Goldoni e Pinna che hanno siglato il 3-1 finale.
Domenichetti e Castorina hanno confermato l’undisi che ha ben figurato a Sassuolo con la difesa a tre “girevole” ed Erzen attaccante esterno e nello stesso tempo pendolo a destra.

Di Mauri al 4′ la prima conclusione del match, palla a lato. L’Empoli invece ha trovato il gol al 10′ con Tamborini, brava con il mancino a trovare l’angolo dalla lunga distanza. Monterubbiano ha sfiorato il raddoppio al 23′ con un destro impreciso da buona posizione. Bragonzi al 36′ ha rischiato l’autorete su azione d’angolo ma Oliviero ha salvato sulla linea. Il pari lo ha realizzato Soledad sfruttando a pieno un errore di Maya e saltando Ciccioli prima di depositare in rete. Prima che il tempo finisca Goldoni ha trovato il vantaggio in mischia: brava l’attaccante azzurra a riprendere una respinta corta su tiro di Mauri e battere Ciccioli.

Ripresa al via con un colpo di testa di Soledad parato da Ciccioli, che si è poi ripetuta in uscita bassa su Pinna. Lo “squalo” Pinna però ci ha poi messo la pinna – anzi la testa – per battere Ciccioli al 27′ deviando in modo perfetto un cross di Soledad. L’ex Nocchi è andata vicina a riaprire la partita al 29′ ma ha trovato i piedi di Aguirre a sbarrarle la strada. Aguirre poi si è salvata su Bellucci ed è stata salvata dal palo su colpo di testa di Morreale. Un legno sul quale si sono in pratica infrante le speranze dell’Empoli.