Eccellenza. I verdetti della stagione regolare

Con le gare di domani calerà il sipario sulla stagione 23/24 di Eccellenza Campania. Un’ultima stagione che aveva ormai poco da raccontare. Infatti le campionesse del girone e di conseguenza le neo-promosse in Serie D sono state decretate già nelle scorse settimane. In particolare, l’Acerrana ha chiuso la pratica proprio nella scorsa giornata contro il Pompei, nello scontro diretto.

Nel girone A, dunque, la vincitrice è la Real Acerrana, che torna in Serie D dopo più di  un decennio. Per quel che riguarda i play-off, invece, si andrà direttamente alle finali. Opzione, questa già presa in considerazione a causa dell’ampio distacco tra le squadre che avrebbero dovuto scontrarsi. Pompei e Nola, quindi, si affronteranno per andare a prendersi un posto negli spareggio nazionali. Occasione persa per Puteolana e Afragolese rispettivamente al terzo e quarto posto.

In zona retrocessione: festeggiano per la salvezza diretta Savoia e Mariglianese, i primi già dalla scorsa settimana. la Mariglianese dopo la vittoria di oggi. contro l’Albanova. Il Pomigliano, dunque, che ha perso anche nell’ultima gara, contro il Nola, dovrà cercare la permanenza nel massimo campionato regionale contro il Real Forio. Ormai retrocesso da diverse settimane il Rione Terra, fermo a 14 punti.

Assieme ai flegrei le due squadre ormai radiate: Casoria e Real Agro Aversa.

Nel girone B, la vittoria della Sarnese è stata festeggiata già da due settimane, ma i giochi per gli spareggi promozione e retrocessione sono stati decisi proprio negli ultimi 90′. Il Castel San Giorgio raggiunge un traguardo storico, riuscendo a chiudere al secondo posto e qualificandosi per la finale play-off. La sfidante è ancora da trovare. Infatti Scafatese e Costa d’Amalfi, quarta e terza forza del campionato, dovranno scendere di nuovo in campo per capire chi proseguirà per la via dei play-off nazionali.

Per quel che riguarda le zone basse, le retrocesse sono Faiano a 12 punti e Pro Sangiorgese che ha sciupato l’occasione di conquistare l’ultima vittoria della stagione contro il Santa Maria la Carità, lasciando due punti che avrebbero potuto cambiare il finale. Le altre due retrocessioni dovranno essere decise tramite play-out. Si fronteggeranno Sant’Antonio ABate e Salernume Baronissi, e Sapri e Apice.