Eccellenza B. Torna il campionato: mix di difficoltà

Tra domani e domenica tornerà il campionato. Nel girone B di Eccellenza un mix di difficoltà e di fascino per le sfide del week-end.

In alto parte subito forte l’Agropoli con la sfida contro la Virtus Avellino. Gli irpini al quinto posto in classifica, distano ben 10 punti dai delfini, capolista inamovibile del girone. Sarà una sfida molto interessante e piena di spettacolo, tra due squadre che segnano tanto (rispettivamente 34 per gli azzurri e 23 per la Virtus Avellino, ndr) e che subiscono poco. Per gli uomini di Rino Criscitiello 2 sconfitte, 1 pareggio e 2 vittorie nelle ultime cinque uscite. Per i delfini cinque risultati utili consecutivi nelle ultime cinque.

Il Sorrento, seconda della classe, ospiterà allo Stadio Italia il Faiano. Due posizionamenti completamente differenti per le due società. I rossoneri a cinque punti di ritardo dalla capolista non dovrebbe avere problemi con i biancoverdi, alle prese con una situazione di classifica non serena. Al penultimo posto in classifica, il Faiano nelle ultime cinque ha conquistato 3 punti, figli di 3 pareggi e 2 sconfitte. Le partite in trasferta sono un mero tallone d’Achille: solo due punti lontano dalle mura amiche, al contrario sono 11 quelli conquistati in casa.

L’Audax Cervinara affronterà il Picciola, reduce quest’ultima dalla sconfitta in Coppa Italia contro il Nola. In una posizione davvero delicata la squadra di Villecco deve far di tutto per portare a casa il bottino pieno. In coabitazione con altre tre squadre una sconfitta e eventuali risultati delle dirette concorrenti a sfavore potrebbero stravolgere la classifica. Anche il Cervo dovrà prestare attenzione con il Valdiano in agguato ad un solo punto di ritardo sui caudini.

I rossoblu infatti affronteranno la Battipagliese ad un passo dalla zona play-out e reduce dall’acquisto di Uliano, centrocampista che a Vallo ha fatto spesso e volentieri la differenza con i suoi gol al fotofinish. Rendimento poco convincente per le zebrette lontano dal Pastena, con soli 7 punti conquistati e 5 gol segnati. Il Valdiano, ha invece un andamento equilibrato tra le mura amiche e non. Nelle ultime cinque partite solo quattro i punti portati a casa.

Sfida di metà classifica tra Castel San Giorgio ed Eclanese. Sono proprio tre i punti che separano le due squadre, con il Castel San Giorgio che ha un andamento uguale sia in casa che in trasferta, Eclanese che invece ha fatto del proprio stadio un fortino, con 16 dei 19 punti collezionati, conquistati proprio davanti al suo pubblico. Due squadre che segnano tanto, ma con i padroni di casa che si sbizzarrisce proprio in casa.

La Palmese affronterà il San Vito Positano. I rossoneri alla ricerca di continuità, visto l’andamento nelle ultime giornate. Di fronte i costieri con i loro 14 punti. In piena zona play-out, il San Vito ha conquistato solo 3 punti nelle ultime cinque uscite.

Il Nola reduce dalla vittoria del primo atto della semifinale di Coppa Italia dovrà affrontare il Costa D’Amalfi. Anche loro impelagati nelle zona play.out hanno bisogno di punti per raggiungere l’obiettivo salvezza. Attualmente hanno collezionato una striscia positiva con 4 pareggi e 1 vittoria nelle ultime cinque, il Costa D’Amalfi ha all’attivo solo due vittorie. I bianconeri con 2 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte nelle ultime cinque riesce a segnare di più lontano dalle mura amiche.

A chiudere la giornata lo scontro diretto per la salvezza tra Sant’Agnello e Solofra. Gli irpini a sei punti di vantaggio sui costieri, hanno bisogno di una vittoria per migliorare la loro classifica. Identica necessità anche per il Sant’Agnello, che solo una volta è riuscito a portare a casa il bottino pieno. Seria difficoltà in trasferta, con soli 3 punti conquistati e 3 gol segnati:

Redazione

Condividi