DHS Napoli C5. Serratore nuovo DT: “Rientro dalla porta principale”

Lo staff tecnico della DHS Napoli C5 si arricchisce di una nuova professionalità. E’ ufficiale l’accordo con Marcello Serratore, allenatore di primo livello e direttore tecnico tra i più apprezzati a livello nazionale. Sono felice ed orgoglioso di poter tornare a vestire i panni del direttore tecnico ‚Äì il commento del neo d.t. napoletano – Mi preme ringraziare la società, nelle persone dei presidenti, perch√© mi hanno permesso di rientrare in gioco dalla porta principale, quella della serie A. Non me ne vorranno, però, se dico grazie in particolar modo ad Ivan Oranges e Stefano Salviati. La loro volontà nel volermi parte integrante di questo progetto è stata determinante. A Serratore il compito di mettere a disposizione di Ivan Oranges e del suo staff la riconosciuta competenza sportiva. E’ giusto fare chiarezza sul ruolo del direttore tecnico all’interno di un club ‚Äì ci tiene a precisare Serratore ‚Äì perch√© spesso questa figura non viene delineata con la necessaria attenzione. E’ presente ormai in molti dei club che disputano campionati importanti, e anche io, quando allenavo, la cercavo spesso. Il direttore tecnico è, a tutti gli effetti, un collaboratore dell’allenatore. Parlano la stessa lingua, perch√© provengono dalla stessa scuola, quella della panchina, e si confrontano continuamente sugli aspetti tecnico-tattici. Tutto questo, però, nel massimo rispetto dei ruoli. Un direttore tecnico non mette mai bocca nelle scelte del tecnico. Determinante, nella scelta di Serratore, anche la solidità della nuova realtà sportiva. Quella tra Napoli C5 e Napoli Futsal Santa Maria è stata la fusione con la F maiuscola. Tre realtà importanti sono arrivate a scegliere un percorso comune dopo anni di esperienza e di successi. Visti i tempi, posso dire che si è trattato di una mossa intelligente, per affrontare un massimo campionato di serie A che, mai come quest’anno, ha livelli di competitività mostruosi. Mai visti prima. L’unione, in questo caso, fa davvero la forza, perch√© ha permesso ai tre presidenti di lavorare con maggiore serenità, mettendo a fattore comune le proprie risorse. Davanti ci sono squadroni, che partono per vincere lo scudetto. Il nostro scudetto è l’ottavo posto, la salvezza diretta.

Condividi