De Laurentiis: “Il nuovo allenatore dovrà avere le palle”

La caratteristica principale del nuovo allenatore dovra’ essere l’amore per la napoletanita’, altrimenti non andremo d’accordo. A Mazzarri avevo proposto un biennale, mi sto muovendo da tempo per la sua successione. Abbiamo seguito Benitez, Pellegrini, Di Matteo, Blanc, Deschamps, poi ho sentito Klopp, che mi ha detto di no, e contattato tutti gli allenatori italiani, compreso Lopez, che non ho preso per rispetto di Cellino. Non ho ancora scelto, ma lo faro’ in tempi brevi. Non mi lascio condizionare dal modulo nella scelta del nuovo allenatore. Il nuovo tecnico mi deve convincere per le palle che avra’. Dzeko? Se rimane Cavani non verra’ nessuno, va a finire che si prendono a cazzotti. Cosi’ il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in occasione della presentazione del prossimo ritiro precampionato
che per il terzo anno consecutivo si svolgera’ (stavolta dal 13 al 26 luglio) in Trentino, a Dimaro. Il patron azzurro, che ha esordito con una battuta (abbiamo ripreso Mazzarri), ha rivelato che da domani e per tre settimane sara’ a Londra e ha annunciato l’organizzazione di camp estivi e invernali per giovani calciatori, per poi aggiungere: sono felice per quanto riguarda il bilancio stagionale, ripartiremo da una base forte. Non voglio fare una squadra di giovani da far crescere per poi rivendere, ma sto studiando quale potrebbe essere il modello migliore per far bene sia in campionato che in Champions League.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *