CUS Avellino. Lupi a due facce, Stregoni battuti in Coppa

Serata di Coppa Italia ad Avellino, alla Tendostruttura CONI sono ospiti i sanniti dello Stregoni Five Soccer. Per accedere al Secondo Turno al CUS Avellino serve la vittoria, giunta al termine di una gara a due volti che ha visto i lupi di mister Oliva passare per 5-4.

Andiamo alla cronaca del match. Pronti-via, il CUS Avellino da subito fa capire le proprie intenzioni, il vantaggio arriva nelle prime battute con Borriello, bravo a sfondare sulla destra e siglare. Poco dopo Parente firma il raddoppio bianco verde, il Divino si esibisce in una stoccata al volo che trafigge il portiere Repola per il 2-0. Il CUS è padrone del campo ma non forza troppo per realizzare la terza rete. La replica degli Stregoni Five Soccer arriva solo a metà del primo tempo, ma il forcing sannita trova un muro biancoverde davanti a se: prima l’estremo Marotta respinge, ancora Borriello si oppone col corpo, infine Ferrante salva sulla linea. Stregoni stregati! A riportare la tranquillità per i lupo ci pensa ancora Parente, il Divino firma la personale doppietta con un tiro preciso dal lato sinistro del campo. Il CUS Avellino gestisce la gara e dopo un fraseggio da cineteca tra Lombardi ed Erba, arriva il poker avellinese firmato dal capitano. La prima frazione di gioco si chiude con il CUS Avellino in vantaggio sui sanniti per 4-0.

La ripresa è più veemente, con gli ospiti guidati da mister Sanginario pronti a rialzarsi, la prima annotazione è per l’avellinese Brillante, che viene ammonito per aver effettuato un tackle che però non tocca n√© avversario n√© palla. Gli Stregoni ne approfittano e Pinto, sfruttando un’indecisione difensiva, realizza la prima rete sannita. Il CUS Avellino si riporta di nuovo avanti, la luna piena che scintilla nella serata pare risvegli i lupi mannari. Allora ci pensa Ferrante ad incrementare il vantaggio, servito da Lombardi, accelera e trafigge Repola per il 5-1. Gli Stregoni Five Soccer non ci stanno a vestirsi da agnello sacrificale, cos√¨ si ridestano e alzano la linea difensiva. Un rimpallo favorisce l’incursione di Raffio, uno dei più attivi tra le fila degli ospiti, palla al centro per Serino che realizza il 5-2. La difesa avellinese accusa il colpo e balla, nuova scorribanda di Serino che crolla al suolo al contatto con un lupo biancoverde, per l’arbitro non ci sono spiegazioni: è rigore. Sul dischetto si presenta Pinto che non lascia scampo a Marotta: 5-3.

La retroguardia del CUS è in bambola per la reazione dirompente dei sanniti, cos√¨ i biancoverdi subiscono la segnatura dello scatenato Raffio per il 5-4. Il pareggio manderebbe in visibilio gli ospiti, che cominciano a crederci sempre più. Nonostante manchino pochi giri di lancette, allora mister Oliva inserisce un po’ più di esperienza in campo con Parente, Ferrante, Galeotafiore e Borriello. C’è subito l’attacco del “Divino” che viene placcato in stile football dal sannita Russo, prontamente ammonito. I sanniti però sono alla ricerca del pari, ma devono fare i conti con l’attento Marotta che devia in corner sul primo palo. Gli ultimi istanti della gara sono infuocati con mister Sanginario che esorta i suoi ad alzare ulteriormente il baricentro, esponendosi al contrattacco del CUS. Occasioni ghiotte nel finale per entrambe: per il CUS è Ferrante che, approfittando di un lancio, salta il portiere, ma si allunga troppo la sfera; sul ribaltamento di fronte è Serino a centrare il palo alla sinistra di Marotta. Non c’è più tempo, la gara si conclude sul 5-4 per il CUS Avellino, che stacca il pass per la qualificazione.

Nel Secondo Turno di Coppa Italia fase Regionale, i lupi avellinesi si ritrovano in un girone di ferro, insieme con il Real Sant’Erasmo, finalista delle ultime due edizioni, e il Real Cesinali, formazione di prestigio con Amirante, Annunziata, Suarato&co. Ma ora bisogna pensare prima al campionato, perch√© sabato al CONI arriva il CUS Caserta, reduce dall’esordio positivo. A dirigere il posticipo in programma alle 18:00, ci sarà il duo dei sigg. Liberato Schettino di Castellammare di Stabia e Marcello Battipaglia di Battipaglia. E’ tutto pronto per la prima sfida tra le mura amiche dei lupi, che saranno sostenuti dai tanti tifosi che accorreranno al CONI. FORZA LUPI‚ĶFORZA CUS!