Corsi e ricorsi: la battaglia legale ha inizio

La battaglia legale per la Serie D ha inizio e dopo i primi “niet” arrivati alle squadre di Serie C ricorrenti al Collegio di Garanzia, anche per il clab delle 31 società arriva il diniego nel primo grado di giudizio, il primo in questo frangente. Tempi accorciati per scongiurare un’intera stagione nelle aule di tribunale, ma non è certo questo che fermerà i presidenti a provare a riprendersi quello che è stato loro tolto con la retrocessione a tavolino.

Mentre il rappresentante legale del gruppo spontaneo Antonio Petraglia ha iniziato gli incartamenti per combattere fino allo stremo contro la retrocessione del suo Grumentum, l’avvocato Donadei, presidente del Nardò, ha presentato, tramite l’Onorevole Alemanno ha presentato un’interrogazione parlamentare. Guerra appena all’inizio che per le retrocesse, ma che coinvolge anche le squadre di Eccellenza speranzose del salto di categoria.

Nella nuova costituzione delle restanti squadre da promuovere, le otto provenienti dalle finali play-off nazionali e la vincente della Coppa Italia Dilettanti, si è deciso di optare per la promozione delle sette migliori seconde, usando come criterio la media punti, una media che, però, non tiene conto dei percorsi nella fase regionale di Coppa Italia. In questo senso, arriva quindi il malcontento del Corato, che era in attesa di concludere la fase a gironi del primo turno nazionale di coppa con Afragolese e Vultur Rionero.

Nella giornata di ieri la società neroverde ha infatti diramato un comunicato nel quale annunciava la propria battaglia per avere ciò che merita, non tanto la Serie D, quando la presa in esame di un eventuale punteggio proveniente proprio dal percorso in campionato e in coppa. Sei millesimi, infatti, condannano la società pugliese, che devono, invece, lasciare spazio a Lavello e Derthona per il pari merito nei rispettivi campionati lucano e piemontese, diminuendo così il numero di posti per le migliori seconde.

L’estate si fa sempre più calda, la disparità di trattamento non fa altro che mettere carne a cuocere per chi vuole e reclama giustizia.