Coppa Italia Dilettanti. Savoia e Nola per una finale all’ultimo sangue

Ebbene sì le due finaliste che si daranno battaglia nel match valido per la Coppa Italia Dilettanti sono il Nola di Luquidato e il Savoia di Fabiano, ex tecnico proprio del club bianconero.

I bianconeri di mister Stefano Luquidato con un po’ di fatica, approdano in finale, dopo aver buttato fuori il Picciola. Squadra quella rossoblù, che all’andata fu punita prima dalle rete di Scielzo e poi da quelle di Vaccaro. Mentre nel match di ritorno i ragazzi di Alfonso Vilecco sono riusciti a pareggiare i conti dell’andata grazie alle reti di Di Giacomo e Carfagno che hanno portato il Picciola a giocarsi tutto fino ai calci di rigore, dove difatti il Nola ha trionfato per 6-5, aggiudicandosi quindi il pass per la finale del 7 febbraio.

Grande impresa anche quella del Savoia di Fabiano, che rimonta il risultato contro il Real Forio, conquistando grazie anche alla spinta del proprio pubblico, un posto in finale. I biancoscudati infatti, dopo la batosta dell’andata, subita sotto la sferza dei goal realizzati da Piccirillo, Castagna e Rubino, sono riusciti allo Stadio Alfredo Giraud, merito grazie anche alla spinta dei propri tifosi, a rimontare il risultato battendo i biancoverdi del Forio 4-1, con una mitica doppietta di Fava e le reti di De Rosa e Caso Naturale. Un Savoia, che secondo le parole dette da mister Fabiano nel post gara in conferenza stampa, ha meritato senza ombra di dubbio l’approdo in finale.

Il 7 febbraio quindi, in una struttura non ancora definita, si daranno battaglia, due squadre che hanno fortemente desiderato questa finale. Da una parte come detto, avremo il Savoia, squadra prima in classifica nel Girone A di Eccellenza a +10 dalla seconda, e quindi se tutto andrà per il verso giusto sarà promozione in D, mentre dall’altra ci sarà il Nola, squadra settima in campionato (Girone B) che cercherà di trionfare in finale per aggiudicarsi un posto alla fase nazionale di coppa verso il sogno Serie D.

Nunzio Marrazzo

Condividi