Coppa Italia di Serie C: La Turris si aggiudica il derby campano contro la Gelbison

Al Liguori di Torre del Greco in  scena il primo turno della Coppa Italia di Serie C tra Turris e Gelbison. Come riferito ieri nelle previsioni della vigilia, ampio turnover operato da Padalino e De Sanzo, ma i moduli di gioco sono quelli canonici: 4-3-3 per i corallini e 3-5-2 per i cilentani.  I padroni di casa schierano Fasolino tra i pali, Aquino e Boccia è l’inedita coppia centrale. Torna Contessa dopo la squalifica sull’out di sinistra. Rispetto alla gara di campionato l’unico confermato è Invernizzi, mentre in attacco Stampete, Longo e Di Franco formano il tridente.

Gli ospiti rossoblu tornano a schierare nuovamente Vitale tra i pali, con i’estremo difensore in prestito dal Sassuolo, in cerca di riscatto dopo l’errore contro la Virtus Francavilla (che gli è costato probabilmente il posto da titolare con il cambio di allenatore), mentre Marong trova spazio nel pacchetto arretrato.  Tutto cambiato rispetto a sabato anche il centrocampo con ulteriore minutaggio per Statella dopo lo scampolo con il Cerignola e anche davanti dato che Sane fa coppia con Sorrentino.

La cronaca del match: pochi gli spunti ambo lati fino alla mezz’ora quando a farsi vedere sono i padroni di casa con un’ incornata di Longo, bravo Vitale a dire di no al numero 19. Sempre su una giocata aerea, dal settore di destra, è la Gelbison a rendersi pericolosa al minuto 39′. Ottimo inserimento di Citarella, ma il suo colpo di testa non riesce a trovare lo specchio della porta finendo alta sulla trasversale di Fasolino. Il finale di primo tempo è di marca rossoblu: al 42′ ci prova Paoloni, che questa volta impegna alla parata il portiere corallino nativo di Bologna. Sullo 0-0 si conclude quindi la prima frazione di gara.

Ripresa: inizia subito bene la Gelbison che prova ancora a farsi pericolosa al 46′. La conclusione di Savini non brilla per intensità, risultando strozzata, attento comunque Fasolino.  Al 49′ occasione degna di nota anche per la Turris, tiro da fuori da parte di Contessa, palla che finisce a lato.  Al 55′ Padalino manda in campo Santaniello per Stampete, aumentando il peso offensivo dei corallini, dentro anche Gallo per Nocerino. Discreto il momento dei napoletani, che ci provano ancora al minuto 63: ed anche in questa circostanza la conclusione, operata dal centrocampista offensivo Invernizzi, finisce al lato della porta difesa da Vitale.

Al 74′ una doppia occasione importante per i padroni di casa. Dopo un destro deviato in angolo di Longo, Giannone ci prova direttamente da corner, la palla tocca la traversa, e termina sul fondo. Sullo scadere del tempo regolamentare a provarci è Houdi entrato pochi minuti prima al posto di Invernizzi, attento Vitale che abbranca la sfera. La gara, sembra giungere al termine dei quattro di recupero, ma proprio all’ultimo minuto arriva la rete della qualificazione ed a segnarla è la Turris: gran palla di Contessa per la testa di Giannone e nulla da fare per Vitale che può solo raccogliere la palla in fondo al sacco.

Il gol allo scadere suona come una beffa per i cilentani che erano stati più convincenti nel primo tempo. Nella ripresa più viva la squadra di Padalino che dunque va avanti nel torneo. Nel prossimo turno i corallini se la vedranno con l’Avellino di Taurino, che respira, dopo il momento difficile, battendo la Fidelis Andria.  Sabato 8 ottobre è di nuovo campionato con la Turris che affronterà il Monterosi alle 12,30, mentre la Gelbison riceve al Torre di Pagani il Foggia.

Turris : Fasolino; Ercolano, Aquino (84’ Manzi), Boccia, Contessa; Nocerino (55’ Gallo), Finardi, Invernizzi (84’ Haoudi); Stampete (55’ Santaniello), Longo, Di Franco (65’ Giannone). A disposizione: Donini, Perina, Acquadro, Taugourdeau, Leonetti, Maniero, Rizzo. Allenatore: Padalino

Gelbison: Vitale; Marong, Onda (75’ Nunziante), Loreto; Mesisca (90’ Bonalumi), Statella, Citarella, Savini (75’ Correnti), Paoloni (59’ Graziani); Sorrentino, Sane (59’ Di Fiore). A disposizione: D’Agostino, Cannizzaro, Gilli, Papa, De Sena, Fornito, Faella. Allenatore: De Sanzo

Arbitro: Vergaro di Bari AA1: Piatti (Como) AA2: Zanellati (Seregno) Quarto uomo: Silvestri (Roma 1)

Ammoniti: Mesisca, Vitale (G)

Marcatori: 93′ Giannone (T)