Città di Gragnano. Stangata dal Giudice Sportivo

Sembra non voler arrivare la fine di Gragnano-Potenza. Dopo le polemiche post-gara a causa del rigore inesistente concesso dall’arbitro Giordano alla squadra gialloblu, con conseguente espulsione di Vincenzo Gatto, il Giudice Sportivo ha usato la mano pesante nei confronti degli squalificati.

Oltre al centrocampista fermato una giornata effettiva e Giuseppe La Monica alla quarta ammonizione per l quale scatterà quindi lo stop, anche Rosario Campana e il diesse Cipriano Coppola sono vittime della sentenza.

Rosario Campana, espulso nel corso del secondo tempo quasi al termine della gara, dovrà scontare tre giornate di stop causa, si legge, “avere rivolto espressioni offensive all’indirizzo del Direttore di gara, allontanato. Al termine della gara nello spazio antistante gli spogliatoi, rivolgeva ulteriori espressioni offensive e frasi blasfeme all’indirizzo della Terna arbitrale, dei calciatori ospiti e degli Organi federali. ( R A – R CdC )”.

Per il direttore sportivo una sanzione ancora pi pesante. Coppola infatti sarà inibito fino al 7 febbraio 2018 per “avere, nel corso del secondo tempo, rivolto espressioni offensive e minacciose all’indirizzo del Direttore di gara, Allontanato. Al termine della gara, nello spazio antistante gli spogliatoi rivolgeva ulteriori insulti ed espressioni blasfeme alla Terna Arbitrale, giocatori ospiti e agli Organi federali. ( R A – R AA – R CdC )”.

La società, intano, tramite una comunicazione ufficiale annuncia reclamo per entrambe le sentenze.

Redazione

Condividi