Champions League. Zielinski dopo la vittoria: “Dominato”, Simeone: “Che emozione”

E’ stata una partita perfetta, sono felice per la doppietta, abbiamo dominato“. Piotr Zielinski protagonista del successo azzurro contro i Reds.

Affrontavamo grandi campioni e li abbiamo superati non solo nel risultato ma anche nella prestazione“.

“Il Liverpool noj credo fosse sotto tono, penso che siamo stati noi a giocare in maniera strepitosa. Adesso però dobbiamo subito guardare avanti.

E’ solo la prima gara del Girone e dobbiamo ancora fare tanta strada per arrivare all’obiettivo della qualificazione“.

E’ stata una grande prestazione e una vittoria che abbiamo pienamente meritato“. Luciano Spalletti soddisfatto ma anche molto centrato sul percorso azzurro.

E’ un risultato importante che va parametrato al valore dell’avversario. E’ stato fondamentale aver giocato il nostro calcio con continuità senza mai rallentare. Il Liverpool ha uno spessore assoluto ed è una prova di qualità quella fornita dai miei ragazzi”.

Aveva detto: non firmo per il pari…

Io mai potrei firmare per un pareggio, non potrei mai mettere dei limiti ai miei uomini. Oltretutto ho un gruppo che ha forza, ambizione e voglia di vincere sempre”.

Adesso manteniamo la testa bassa per proseguire a lavorare. Non ci sono trionfalismi, c’è una grande prestazione che va ripetuta anche nelle prossime gare. Non abbiamo alcuna presuzione, quando si veste la maglia del Napoli questo è l’atteggiamento che ogni giocatore deve avere in campo sempre“.

Domani ci si allena in vista dello Spezia e si prosegue sulla nostra strada. Abbiamo iniziato bene, sono soddisfatto della mentalità dei ragazzi e della qualità di gioco. Ma siamo all’inizio e il percorso che abbiamo davanti richiede sempre la massima intensità in ogni partita”.

Avevo 14 anni e il mio sogno è sempre stato quello di giocare la Champions e 12 anni dopo ho debuttato e ho segnato. Sentire l’urlo del Maradona e sentire i tifosi scandire il mio nome è qualcosa indescrivibile“. Il Cholito Simeone racconta la sua irrefrenabile emozione dopo la rete al Liverpool:

Ho baciato il pallone che ho tatuato sul braccio perchè rappresenta la realizzazione di un desiderio straordinario. Lo sapevo, me lo sentivo che avrei avuto almeno una occasione per giocare in questa splendida competizione.

Sono felice, ringrazio il mister e i miei compagni, è stata una notte splendida. Battere il Liverpool in questo modo è un segnale di grande forza e unione. E’ una serata che non dimenticherò piùHo lottato per arrivare qui e sono ancora emozionato“.