Champions League. Pari in Germania per la Juventus, un passo avanti verso la qualificazione

La Juventus fa un altro passo in avanti verso gli ottavi di Champions League. A Moenchengladbach i vicecampioni d’Europa ottengono un sofferto 1-1, con il rientrante Lichtsteiner che replica a Johnson e, complice la vittoria del Manchester City (ora però primo nel girone) a Siviglia, la qualificazione è più vicina. Espulso al 53′ Hernanes, nel finale strepitoso Buffon su Stindl e Hazard jr.
E’ di Evra il primo squillo ma è Buffon il primo a tremare: splendido il destro di Dahoud che centra in pieno la traversa (13′). E’ solo il prologo al vantaggio dei tedeschi che arriva al 18′: tutto nasce da uno svarione di Chiellini al limite che Raffael trasforma nell’assist vincente per Johnson.
Esplode il Borussia Park, che subito dopo si esalta per le giocate di Raffael e Traorè, sventate in extremis da Chiellini eBuffon, e per le due conclusioni di Nordveit. Dybala interrompe l’assedio (25′), poi Chiellini sfiora il pari ed è super Sommer sul colpo di testa ravvicinato di Evra. Nulla può però il portiere svizzero sulla giocata di Pogba per il rientrante, dopo l’operazione al cuore, Lichtsteiner, che con il destro, al volo, indovina l’angolino per l’1-1 appena prima dell’intervallo. Al rientro solo Juve. Ci provano subito Pogba e Morata (fuori di un nulla), la Juve sembra in controllo ma al 53′ Hernanes entra male su Dominguez e Kuipers non ha dubbi nell’espellerlo: Allegri resta in 10, il Borussia Park riprende fiato ma Sommer rischia ancora sulla punizione diPogba, in netta ripresa.
Johnson torna a far paura (64′), Buffon è pronto su Dahoud e Xhaka, mentre è addirittura strepitoso sul colpo di testa ravvicinatissimo di Stindl da due passi. Finale in sofferenza per la Juve, (fuori Dybala e Morata, Cuadrado il più avanzato), con Hazard che centra la traversa, complice il tocco di Buffon: i bianconeri strappano un punto d’oro, ma che fatica.

Condividi