Champions League. Il Milan cade col Chelsea, inglesi passano al San Siro

Un Milan generoso esce sconfitto per 2-0 dalla sfida di San Siro contro il Chelsea: i Blues vincono la sfida della 4ª giornata del Gruppo E con i gol nel primo tempo di Jorginho su rigore e Aubameyang, in una partita condizionata dal cartellino rosso ai danni di Fikayo Tomori al 18′. In inferiorità numerica per oltre 70′ i rossoneri ci hanno provato con coraggio ma senza fortuna. Un esito che punisce la squadra di Pioli oltre i suoi demeriti, in una partita dove il Milan è stato sostenuto senza sosta dal numerosissimo pubblico di San Siro, che ha applaudito i giocatori dall’inizio alla fine.

Il pareggio di Zagabria tra Dinamo Salisburgo lascia completamente aperti i giochi in ottica qualificazione agli Ottavi – siamo terzi con 4 punti, a -2 dagli austriaci secondi – ed è proprio dalla Croazia che riprenderà la Champions League del Milan, martedì 25 alle 21.00 al Maksimir. Prima ci sarà il campionato, a partire dalla prossima trasferta sul campo dell’Hellas Verona: occasione importante per mettere alle spalle il verdetto odierno. Forza ragazzi.

LA CRONACA

Rispetto all’undici titolare contro la Juventus l’unico cambio è Krunić per Pobega. Inizio contratto da parte di entrambe le squadre, il Milan fa tanto possesso e avanza generosamente ma non riesce a sfondare contro l’attenta retroguardia ospite. La partita cambia al 18′, quando un contatto in area tra Mount in progressione e Tomori viene sanzionato dall’arbitro con un rigore per il Chelsea e un cartellino rosso per il difensore rossonero. Dal dischetto va Jorginho che trasforma per l’1-0 ospite. I rossoneri reagiscono con orgoglio e producono una grande occasione al 27′: torsione in area di Giroud che sfiora l’incrocio dei pali.

Nonostante i nostri sforzi, al 34′ il Chelsea raddoppia con Aubameyang, che finalizza nell’area piccola l’assist di Mount. Prima dell’intervallo c’è tempo per una parata in allungo di Tătăruşanu su Mount al 44′.

Subito Milan in avvio di ripresa con Tonali: al 48′ Kepa para con il piede sul tentativo defilato del numero 8 rossonero. Il Chelsea risponde: al 54′ gran riflesso di Tătăruşanu su un tentativo ravvicinato di Aubameyang. I rossoneri insistono e al 60′ vanno vicini al gol con Dest, che conclude un’azione iniziata da un ottimo allungo di Leão. L’inferiorità numerica si fa sentire in casa rossonera, con il Milan che prova comunque a costruire gioco incitato dall’encomiabile pubblico di San Siro. Lo stesso Dest, tra l’altro, si rivela incisivo anche in difesa, fermando brillantemente Aubameyang solo davanti a Tătăruşanu al 75′.

Le sostituzioni – nel finale dentro anche Ballo-Touré e Origi, dopo Pobega e Rebić – non cambiano la situazione, nel recupero è proprio l’attaccante belga a impegnare Kepa con un destro a rientrare. Finisce 0-2.

IL TABELLINO

MILAN-CHELSEA 0-2

MILAN (4-3-3): Tătăruşanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Hernández (34’st Ballo-Touré); Krunić, Bennacer (17’st Pobega), Tonali; Díaz (37′ Dest), Giroud (17’st Rebić), Leão (34’st Origi). A disp.: Jungdal, Mirante; Coubis; Messias. All.: Pioli.

CHELSEA (3-4-2-1): Kepa; Chalobah, Thiago Silva, Koulibaly; James (17’st Azpilicueta), Jorginho, Kovačić, Chilwell; Sterling (17’st Loftus-Cheek), Mount (1’st Gallagher); Aubameyang (34’st Havertz). A disp.: Bettinelli, Mendy; Cucurella; Chukwuemeka, Zakaria; Broja, Pulisic. All.: Potter.

Arbitro: Daniel Siebert (GER).
Gol: 21′ rig. Jorginho (C), 34′ Aubameyang (C).
Ammoniti: 20′ Giroud (M), 20′ Mount (C), 29′ Sterling (C), 32′ Gabbia (M), 36′ Krunić (M), 21’st Pobega (M), 36’st Gallagher (C), 44’st Tonali (M), 45’st Ballo-Touré (M).
Espulso: 18′ Tomori (C).