Cavese. Traguardo raggiunto: raccolti più di 15mila euro per l’Ospedale Santa Maria Incoronata dell’Olmo

Si è concretizzata nel migliore dei modi la grande e nobile iniziativa allestita dai supporter della Cavese appartenenti alla Curva Sud “Catello Mari”, alla quale ha preso parte la stessa società del presidente Massimiliano Santoriello. I tifosi blufoncé, diverse settimane fa, hanno dato il via ad una raccolta fondi su gofundme.com per dare il proprio sostengo alla città di Cava de’ Tirreni, o meglio a medici e infermieri dell’Ospedale Santa Maria Incoronata dell’Olmo che quotidianamente sono impegnati nella lotta contro il Coronavirus.

Insomma, per l’ennesima volta il popolo cavense ha dimostrato il fortissimo senso di appetenza e un amore viscerale nei confronti della propria terra. Questa lodevole iniziativa, di fatto, ha chiamato a raccolta l’intera città di Cava che senza esitare ha risposto presente. Ad attestarlo, appunto, è stato il grande successo ottenuto con la raccolta fondi. La cifra raggiunta, infatti, è di 15.899 euro. Somma che la Curva Sud “Catello Mari” userà per l’acquisto di attrezzature e dispositivi sanitari indispensabili nella lotta al Covid-19 che saranno destinati all’Ospedale Santa Maria Incoronata dell’Olmo.

A confermare il grande trionfo ottenuto dalla campagna solidale, sono stati proprio i supporter blufoncé della Curva Sud “Catello Mari” attraverso un comunicato: “Finalmente, la nostra raccolta a sostengo dell’ospedale di Cava de’ Tirreni sta per trasformarsi in un’iniziativa concreta grazie alla quale riusciremo a fornire il nosocomio metelliano (punto di riferimento anche per gli abitanti della Costa d’Amalfi), di attrezzature e dispostivi sanitari indispensabili per continuare ad affrontare l’emergenza Covid-19 e non solo. Per essere subito operativi, la cifra raggiunta sulla pagina gofundme di euro 15.899 (15.270,51 al netto dei costi della piattaforma) è stata trasferita su un conto corrente bancario appositamente creato dal responsabile della campagna, il nostro Armando Accarino, attraverso il quale provvederemo ad effettuare gli acquisti del materiale e sul quale potranno continuare a pervenire altre offerte. Nei prossimi giorni, comunicheremo su questa pagina ed attraverso i nostri canali, l’impiego delle risorse raccolte e la relativa documentazione. Continuiamo a lottare per la nostra terra: bella e ribelle come la nostra Curva!”.

 

Nunzio Marrazzo