Cavese. Rosafio dice addio agli aquilotti con un commovente messaggio

Marco Rosafio dice addio alla Cavese. Dopo appena un anno da blufonc√©,l’attaccante classe 1994 saluta gli aquilotti. Il futuro del giocatore ex Juve Stabia è proiettato in Veneto. Marco Rosafio, infatti, dopo la stagione da grande protagonista, raccogliendo con la maglia dei biancoblu 32 presenze, 6 gol e 13 assist, è pronto ad intraprendere una nuova avventura.

Con l’egregio cammino fatto questa stagione, Rosafio ha suscitato l’interesse di vari club, tra questi anche il Cittadella. Sono stati proprio i veneti ad aggiudicarselo, trovando subito l’intesa con la Cavese del patron Massimiliano Santoriello (Clicca Qui). Insomma, Marco Rosafio è voglioso di dare il via alla sua nuova esperienza tra le fila del club di mister Roberto Venturato, squadra attualmente alle prese con i play-off di Serie B.

Marco Rosafio tramite il proprio profilo Instagram ha deciso di salutare il popolo blufonc√© con un commovente messaggio: Eccoci qui, siamo arrivati nella parte più triste della stagione, i saluti, vorrei non arrivasse mai questo momento perch√© ogni anno è una botta al cuore, non è mia consuetudine fare ciò, ma quest’anno mi viene dal profondo del cuore perch√© mi sono sentito a casa dal primo momento e perch√© posso dire a gran voce che ho fatto parte di questo gruppo stupendo fatto di veri uomini prima che di calciatori. Siete stati tutti come fratelli e ognuno di voi mi ha lasciato qualcosa a livello umano e di questo voglio solo ringraziarvi e augurarvi le migliori fortune perch√© lo meritate. Voglio fare anche un ringraziamento speciale al mio capitano, anima di questa squadra, che mi ha insegnato il vero significato della parola rabbia e sudore. Poi voglio ringraziare il mister e il suo staff, persone stupende a livello umano e super preparate a livello calcistico, dove hanno dato le dimostrazioni in quel rettangolo verde, facendo divertire gli addetti ai lavori e a tratti anche la gente che ci sosteneva onorando alla grande questo campionato raggiungendo l’obbiettivo prefissato ad inizio stagione e sfiorando i play-off. Voglio ringraziare anche il presidente e il direttore che mi hanno dato la possibilità di approdare a Cava de Tirreni per dimostrare il mio valore. Ringrazio Giovanni Di Mauro, Gianmarco Amato, Mimmo Barone, Lorenzo Ansaldi che si sono messi a disposizione dal primo momento per farci vivere questa esperienza nel migliore dei modi. Ringrazio anche i nostri magazzinieri, il dottore, i fisioterapisti e tutti coloro che lavorano a 360 gradi per la Cavese per far si che questa realtà possa rendere al massimo. Voglio ringraziare anche tutta la gente di Cava per avermi fatto sentire un giocatore importante, per avermi sostenuto in qualsiasi momento della stagione e a volte anche criticato, perch√© mi hanno smosso qualcosa dentro e dato la forza di reagire nei momenti bui. Infine voglio ringraziare i ragazzi della Curva Sud per averci accompagnato in qualsiasi posto, facendoci provare emozioni che rimarranno impresse nella mente e nel cuore dimostrandoci l’amore che provano per questi colori. Siete davvero il dodicesimo uomo. Grazie blufonc√©.

Nunzio Marrazzo