Cavese. Il ds Aiello a tuttotondo: “Orgoglioso del risultato raggiunto”

La Cavese, dopo aver centrato per il secondo anno consecutivo l’obbiettivo salvezza chiudendo il girone C di Serie C in 14esima posizione con 38 punti, continua ad essere costantemente a lavoro in vista della prossima stagione. La società del presidente Massimiliano Santoriello, in attesa di conoscere le date ufficiali per dare il via al il ritiro pre-campionato e l’inizio della nuova competizione, sta già da tempo muovendo grandi passi in chiave futura, non solo per la prima squadra ma anche per il settore giovanile. A evidenziare sono le innumerevoli conferme dei tecnici della cantera avvenuto in piena pandemia e gli ultimi tasselli messi a segno in quest’ultimo periodo. Tra questi i rinnovi di capitan Claudio De Rosa e Francesco Favasuli, l’arrivo di Andrea De Paoli e l’ingresso in società di Riccardo Tanimi, nominato nuovo vicepresidente.

Dunque, il direttore sportivo Mario Aiello ed il direttore generale Giuseppe Pavone stanno lavorando in maniera proficua e intensa in ottica futura. A fare il punto della situazione in casa Cavese è stato proprio il ds dei blufoncé Aiello ai microfoni del quotidiano ‘Metropolis’. Il direttore sportivo dei biancoblù ha iniziato con il parlare della ripresa della Serie C che ritornerà solo con la disputa dei play-off e play-out: “Penso che ciò che è accaduto era inevitabile. È stato giusto bloccare tutto per preservare la salute pubblica che è un valore assoluto; allo stesso tempo è stato giusto ripartire con questa modalità di soli play off e play out, che da un lato limita al massimo il numero delle partite da giocare e dall’altro consente di avere dei verdetti “sul campo” per non scontentare nessuno”.

IL BILANCIO DEL SUO PRIMO ANNO IN BIANCOBLÙ: “Sono orgoglioso del risultato raggiunto. Siamo stati bravi tutti, società, staff e giocatori. Ci siamo ricompattati e insieme siamo riusciti a dare un indirizzo diverso al nostro campionato. Il risultato ha ancora più valore, considerando che i risultati sono arrivati senza perdere di vista l’obiettivo di continuare a portare avanti la nostra politica di giovani, che ci ha visti primeggiare a livello nazionale”.

SUI RECENTI RINNOVI: “De Rosa e Favasuli, oltre ad essere dei calciatori dai valori tecnici indiscutibili, sono soprattutto due grandi uomini, che rispecchiano appieno il profilo e la mentalità della nostra società. Il loro apporto continuerà ad essere a 360 gradi, come è sempre stato in questi anni di loro militanza alla Cavese”.

QUESTIONE ALLENATORE: “Al momento non posso dire nulla. Con la società si stanno ancora valutando tanti aspetti”.

PROSSIMO OBBIETTIVO DELLA CAVESE:L’obiettivo è una duplice salvezza, societaria e sportiva, valorizzando tanti giovani, sia che provengano dal nostro settore giovanile, che in prospettiva, per come stiamo lavorando e investendo, sono certo che potrà diventare uno dei migliori d’Italia, sia attraverso il lavoro di scouting fatto quest’anno, che ci vede protagonisti nelle trattative con i giovani di maggiore prospettiva. Avere una società solida alle spalle, ma soprattutto le idee chiare e con un Presidente che ragiona di prospettiva e che vuole costruire con il lavoro un modello vincente, ha un valore inestimabile. Tocca a noi lavorare bene, portate avanti il progetto societario con responsabilità, e ripagare la fiducia ricevuta”.

Nunzio Marrazzo 

Condividi