Cavese. Dall’inferno dei dilettanti al professionismo: tifosi in fermento

<Agosto caldo, ribollente di nobili decadute, illustri esclusioni, ricorsi e ” mare mosso” nei palazzi del potere a Roma.. Dall’altra calcio, quello vero, anche se giocato sotto l’ombrellone di un ritiro precampionato fatto di amichevoli poco indicative, buoni propositi e mercato in evoluzione.. Dopo 7 anni nell’inferno dei dilettanti la Cavese sbarca in Lega Pro e lo fa con Massimiliano Santoriello, patron alla sua prima esperienza tra i “pro”, assistito da uno staff tecnico di lungo corso e comprovata esperienza. Il duo Pavone – Modica. Il primo capitano della Cavese che incantava con quell’assist per Di Michele che valeva il 2-1 contro il Milan, il secondo, storico allenatore in seconda nonch√© calciatore prediletto del boemo Zdenek Zeman. Primo appuntamento ufficiale della stagione per la Cavese sar√° domenica 19 agosto. Il secondo turno di Coppa Italia di categoria vedr√° come avversario degli aquilotti la perdente tra Paganese e Catanzaro, oppure in caso di pareggio andrà di scena il primo derby stagionale allo stadio Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni.. La navicella spaziale nel firmamento dei professionisti sta per partire, i tifosi e l’intera città sono in fermento e si augurano un atterraggio senza troppi patemi d’animo nella categoria raggiunta e a lungo agognata, magari con un posto in prima fila a gustarsi un intrattenimento “spaziale” come da 4-3-3 di matrice Zemaniana.. Auguri aquilotti !!! >
ANDREA LIGUORI