Cavese-Bari. Precedenti e curiosità

Tornare alla vittoria. È questo l’obbiettivo che la Cavese di mister Salvatore Campilongo proverà a raggiungere in occasione della  27esima giornata del girone C di Serie C. Infatti, dopo il pari a reti bianche ottenuto al Partenio Lombardi contro l’Avellino di Eziolino Capuano, i blufoncé cercheranno di ritrovare il successo per restare aggrappati alla zona play-off, ma allo stesso tempo per continuare a tenersi a distanza di sicurezza dalla zona critica, lontana 7 punti.

La Cavese andrà a caccia della vittoria contro il Bari di Vincenzo Vivarini. I metelliani, di fatto, questo weekend di Serie C, dovranno vedersela con la seconda della classe. Insomma, gli aquilotti saranno ancora una volta messi a dura prova. I galletti arrivano da un grande successo casalingo ottenuto contro il Picerno che è valso il 21esimo risultato utile consecutivo: 13 vittorie e 8 pareggi. L’ultimo ko   del Bari è datato 22 settembre scorso, 0-1 a casa della Virtus Francavilla. Un trend a dir poco impeccabile che il Bari vorrà allungare ulteriormente domenica pomeriggio allo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia per restare con il fiato sul collo della capolista Reggina, distante 6 punti.

I precedenti disputati in Campania tra Cavese e Bari sono due. Il bilancio è di 1 vittoria per i blufoncé (2-0 nella B 1982/83) ed 1 pareggio (0-0 nella B 1981/82). Quindi, nei 180’ finora disputati contro i metelliani, i pugliesi non sono mai andati in gol. C’è però un dato che preoccupa proprio la Cavese, ovvero quello legato all’astinenza dal gol. Infatti, gli aquilotti non trovano la via del gol da ben 303’. L’ultimo gol porta la firma di Matino e risale a Cavese-Teramo 1-0 del 26 gennaio scorso, da cui si sommano i residui 33’ di quel match e le intere gare contro Paganese (0-0 fuori casa), Catania (0-1 in casa) ed Avellino (0-0 esterno). C’è però una statistica che fa, invece, sorridere ai blufoncé. Infatti, la Cavese può fregiarsi del titolo di squadra del girone C che guadagna più punti nelle riprese rispetto ai primi 45’: +13, come il Potenza. Mentre il Bari può definirsi una vera e propria cooperativa del gol del girone C. In 26 giornate, i biancorossi sono andati in gol con ben 16 marcatori diversi. Un primato che detiene anche il Catanzaro. Insomma, domenica al Romeo Menti ci sarà da divertirsi.

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi